04:06 18 Dicembre 2017
Roma+ 5°C
Mosca+ 1°C
    Dopo l'attacco degli aerei sauditi contro l'ambascata dell'Iran a Sana'a, capitale dello Yemen

    La coalizione araba ha bersagliato Sana'a con bombe a grappolo

    © AP Photo/ Hani Mohammed
    Mondo
    URL abbreviato
    19033

    L'utilizzo di bombe a grappolo sui centri abitati è un crimine di guerra, ha ricordato Human Rights Watch.

    Gli aerei della coalizione dei paesi arabi capeggiata dall'Arabia Saudita, mercoledì mattina, hanno lanciato bombe a grappolo sul centro abitato di Sana'a, capitale dello Yemen. È quanto comunicato in un rapporto dell'organizzazione internazionale per la difesa dei diritti umani Human Rights Watch, pubblicato giovedì.

    "Le forze della coalizione araba guidata dall'Arabia Saudita ieri mattina (mercoledì) hanno lanciato bombe a grappolo sul centro abitato della capitale dello Yemen. In questo momento non è chiaro se ci sono vittime tra i civili, ma l'utilizzo premeditato e ingiustificato di bombe a grappolo sui centri abitati è considerato crimine di guerra", ha detto l'organizzazione nel rapporto.

     

    Correlati:

    Aerei sauditi attaccano l'ambasciata iraniana in Yemen, ferite guardie
    Coalizione araba: bombardamenti a Sana’a erano contro gli Huthi
    La coalizione araba riprende i raid aerei contro i ribelli Huthi in Yemen
    Tags:
    Attacco, Feriti, Bombe a grappolo, Violenza, Vittime, Bombardamenti in Yemen, Violazioni dei diritti umani, Bombardamenti, Coalizione araba, Arabia Saudita, Yemen
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik