17:01 22 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Missili Pariot degli USA in Polonia (foto d'archivio)

    Alla Polonia serve la “minaccia russa” per rafforzare l'esercito sfruttando la NATO

    © AP Photo/ Czarek Sokolowski
    Mondo
    URL abbreviato
    131932154

    Le forti dichiarazioni di Varsavia sulla grave minaccia proveniente dalla Russia si basano sul nulla. In realtà la Polonia cerca di schierare le truppe della NATO sulle spalle degli altri membri dell'Alleanza, scrive sulla rivista “The National Interest” Doug Bandow, esperto presso il Cato Institute.

    La Polonia cerca di schierare le truppe NATO sul suo territorio e ricorda sempre la "minaccia russa", mentre gli altri Paesi europei non percepiscono la Russia come una forza che minacci la loro esistenza, scrive l'analista del Cato Institute ed ex assistente speciale del presidente Ronald Reagan Doug Bandow nel suo articolo per "The National Interest".

    Come Paese ospitante del vertice della NATO nel 2016, la Polonia ha messo in chiaro che il suo obiettivo principale nei prossimi mesi sarà quello di mettere pressioni sui membri dell'Alleanza in modo che forniscano aiuti militari.

    Come annunciato dal governo polacco, i leader mondiali si riuniranno a luglio a Varsavia per discutere di come "affrontare più efficacemente le minacce", compresa "l'aggressività della Russia".

    Ora le autorità polacche chiedono il dislocamento delle truppe della NATO sul suo territorio e contemporaneamente cercano di stringere un accordo con Londra.

    In cambio, i polacchi promettono di contribuire a "limitare il flusso di migranti in Gran Bretagna", scrive Doug Bandow.

    Allo stesso tempo la maggior parte degli Stati membri europei della NATO riduce le spese militari. I membri europei della NATO, ad eccezione dell'Estonia, della Grecia (per contrastare la Turchia) e della Polonia (per la prima volta in assoluto) non arrivano a spendere per la difesa nemmeno il 2% del PIL, come richiesto ai membri della NATO.

    "Anche il 2% è poco se si è certi che il proprio Paese veda minacciata la propria esistenza a seguito dell'aggressività di una forza autoritaria. Eppure la Polonia si sente vulnerabile ai confini orientali della NATO ed esprime forte preoccupazione per la "minaccia russa." Non volendo investire un soldo, Varsavia conta sul fatto che gli altri membri della NATO si carichino dell'onere di proteggerla,"- si dice nell'articolo.

    Naturalmente la "minaccia russa" non è così grande dal momento che la Polonia fa affidamento sugli altri.

    Secondo l'autore, è giunto il momento per l'Europa di provvedere autonomamente alla propria sicurezza. L'imprescindibilità della NATO con al centro gli Stati Uniti è ormai venuta a mancare alcuni anni fa. Ora serve una nuova alleanza militare che costringa l'Europa ad investire nella propria sicurezza, come ora si stanno facendo carico gli USA.

    Correlati:

    Summit NATO può saltare a causa della politica della Polonia
    Giallo in Polonia, polizia militare ha occupato Centro di controspionaggio della NATO
    La Polonia valuta schieramento armi nucleari NATO
    Russia preoccupata da possibile adesione Polonia a programma nucleare NATO
    Tags:
    Geopolitica, Difesa, Sicurezza, NATO, Polonia, Europa orientale, Gran Bretagna, Europa, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik