14:07 24 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    U.S. President Barack Obama listens as he is introduced to speak at the White House Summit on Worker Voice in Washington October 7, 2015.

    Le lacrime di Obama

    © REUTERS/ Kevin Lamarque
    Mondo
    URL abbreviato
    16883521

    Il presidente americano annuncia: “Le lobby delle armi possono tenere in ostaggio il Congresso, l'America non può aspettare”.

    Si commuove, Barack Obama, durante il discorso sulla necessità di controlli più rigorosi sulla vendita di pistole e fucili negli Stati Uniti.

    Sono più di 30mila gli americani uccisi ogni anno dalle armi da fuoco.

    Ieri, in Georgia, una bimba di due anni è stata uccisa da un altro bambino con una pistola lasciata incustodita in casa. Un incidente che poteva essere evitato.

    Il presidente americano ne è certo: l'America non può più aspettare. E annuncia l'introduzione di misure restrittive sulla vendita delle armi. Ma adesso il Congresso non sta più con lui.

    Correlati:

    Trump: Clinton e Obama hanno creato l'isis
    Obama rischia di passare alla storia degli Stati Uniti come "anatra zoppa"
    Tags:
    Armi, Barack Obama, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik