12:31 25 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-5°C
    Премьер-министр Украины Арсений Яценюк

    Kiev risponde alle sanzioni commerciali russe

    © AFP 2017/ Sergei Supinsky
    Mondo
    URL abbreviato
    322533128

    Il governo ucraino ha approvato due decreti riguardanti il divieto di introduzione sul territorio doganale dello stato merci provenienti Dalla Russia e dazi doganali per la produzione russa.

    La Russia, per proteggere il proprio mercato, dal primo gennaio ha introdotto dazi doganali e l'embargo alimentare per l'Ucraina, analogo a quello vigente  per i paesi che sostengono le sanzioni alla Russia. Inoltre, la Duma della Federazione Russa ha varato una legge sull'interruzione, dal primo gennaio 2016, la sospensione della validita dell'accordo sulla zona di libero scambio commerciale nei mercadi della CSI per l'Ucraina.

    Kiev non ha fatto attendere a lungo Mosca ed è corsa ad adottare misure simili. Così, il parlamento ucraino ha emesso una legge che autorizza il governo a introdurre limitazioni commerciali nei rapporti con la Federazione Russa. Dopo la sottoscrizione della legge da parte del presidente, il governo ucraino, nella seduta del 30 dicembre, ha approvato due decreti che sono la risposta speculare alle decisioni di Mosca per l'introduzione dell'embargo alimentare e la sospensione della zona di libero scambio commerciale sui mercati della CSI.

    Come ha annunciato il premier ucraino Arsenij Yatsenyuk, il primo decreto riguarda il divieto di introduzione sul territorio doganale ucraino delle merci provenienti dalla Russia; mentre il secondo decreto è sui tassi dei dazi per i prodotti provenienti dalla Russia.

    Secondo il rappresentante commerciale dell'Ucraina Natalia Mikol'skaya, nelle due ratifiche del governo ucraino è disposto che se la Russia non applicherà le restrizioni commerciali, non neppure Kiev applicherà le sue.

    In base all'elenco pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico ucraino, nella lista dell'embargo alimentare rientrano vodka, dolciumi, carne, cioccolato, cioccolatini, alimenti per l'infanzia, pesce, formaggio fuso, birra, sigarette con filtro, cibo per cani e gatti e molti altri prodotti alimentari. Il divieto include anche le attrezzature ferroviarie o tranviarie, e locomotive diesel-elettriche.

    Correlati:

    La Russia introduce embargo agroalimentare contro l'Ucraina
    Ucraina, premier Yatsenyuk stima in 600 milioni USD perdite per embargo della Russia
    All’Europa non va giù l’embargo alimentare russo per l’Ucraina
    Tags:
    Sanzioni, sanzioni dell'Ucraina, dazi, divieto, Embargo alimentare, Prodotti sotto embargo, embargo, sanzioni, Arseniy Yatsenyuk, Kiev, Mosca
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik