07:12 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
1171
Seguici su

L'Iran ritirerà l'esposto contro la Russia dopo la consegna del primo lotto di sistemi missilistici antiaerei S-300. Dovrebbe avvenire a breve. Secondo il vice premier Dmitry Rogozin, la risoluzione della controversia legale con il partner mediorientale è uno dei risultati della diplomazia militare russa nel corso dell'anno che sta per terminare.

Secondo le parole di Rogozin dette in un'intervista al canale televisivo "Rossiya 24", il contratto per la fornitura all'Iran dei sistemi S-300 viene implementato e pagato.

"Le consegne si stanno effettuando e a questo contratto seguiranno altri," — ha sottolineato Rogozin.

Nel 2007 la Russia e l'Iran avevano firmato un contratto per la fornitura degli S-300. Il contratto è stato dovuto sospendere a causa dell'imposizione delle sanzioni del Consiglio di Sicurezza contro Teheran. A sua volta l'Iran aveva presentato una denuncia all'Arbitrato internazionale contro la Russia. Dopo il raggiungimento sull'accordo nucleare di Teheran, il presidente Putin ha revocato il divieto alle forniture degli S-300. L'Iran dovrà ora ritirare l'esposto.

Correlati:

La Russia ha iniziato le forniture dei lanciamissili antiaerei S-300 in Iran
Russia ha firmato con l'Iran contratto per fornitura dei sistemi di difesa aerea S-300
Missili S-300 rilanciano cooperazione tra Russia e Iran e scongiurano attacco Occidente
L'Iran a breve aspetta i missili russi S-300
L'ok alla vendita dei lanciarazzi S-300 è un “attacco preventivo” della Russia al mercato dell'Iran
Tags:
Difesa, Geopolitica, Difesa antimissile, Sicurezza, Armi, Missili S-300, Dmitry Rogozin, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook