04:41 17 Giugno 2019
Militanti di Pravy Sektor

In Israele preoccupati per le canzoni inneggianti ad Hitler di un deputato ucraino

© Sputnik . Alexandr Maksimenko
Mondo
URL abbreviato
16125

A distanza di una settimana quando Poroshenko si è scusato per la partecipazione dell'Ucraina alla Shoah, sul web è apparso un video in cui un deputato ucraino canta una canzone in onore del führer della Germania nazista Adolf Hitler.

Il video pubblicato online in cui glorifica Adolf Hitler il deputato ucraino Artem Vitko, comandante del battaglione paramilitare operante nel Donbass "Lugansk-1", è un segnale allarmante della democrazia ucraina al resto del mondo, scrive l'editorialista del "Jerusalem Post".

"Adolf Hitler insieme a noi, Adolf Hitler in tutti noi, un'aquila con le ali di acciaio verrà in soccorso al momento giusto," — canta Vitko in evidente stato di ebbrezza.

Tuttavia solo la scorsa settimana, parlando alla Knesset (Parlamento di Israele), il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko si era scusato per il coinvolgimento degli ucraini all'Olocausto, scrive l'editorialista, sottolineando che il leader del "Partito Radicale" Oleg Lyashko aveva definito le parole del presidente ucraino "un'umiliazione per gli ucraini", dal momento che la Knesset non riconosce la grande carestia di epoca sovietica ("Holodomor") come genocidio del popolo ucraino.

L'atteggiamento ambiguo dei politici ucraini nei confronti dei crimini nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale ha causato una reazione negativa negli intellettuali israeliani.

"Anche se non siamo sorpresi dalle dichiarazioni di Lyashko, restiamo tuttavia scioccati dai suoi strani e inappropriati confronti e negazioni dei fatti storici," — ha detto il rabbino capo di Ucraina Yaakov Dov Bleich.

"Il video in cui un deputato del Parlamento ucraino canta una canzone inneggiante ad Hitler mette in evidenza un problema estremamente grave nella moderna democrazia ucraina, che si manifesta negli sforzi di questo Paese (e di altri Paesi post-comunisti dell'Europa orientale, in particolare Lituania, Lettonia, Estonia e Ungheria) di riscrivere la storia della Seconda Guerra Mondiale e dell'Olocausto," — ha dichiarato il professor Efraim Zuroff del Centro "Simon Wiesenthal".

Secondo lui, il fatto che le autorità ucraine portino "rispetto dei gruppi che hanno partecipato attivamente al genocidio degli ebrei durante l'Olocausto apre la strada a questi odiosi incidenti."

Lo scorso 9 aprile il Parlamento ucraino aveva approvato la legge "Sulla status giuridico e sulla commemorazione dei partecipanti alla lotta per l'indipendenza ucraina nel 20° secolo", concedendo ai reduci di godere dei benefici sociali. La legge approvata dalla Rada in particolare riconosce il movimento ultranazionalista ucraino "Esercito insurrezionale ucraino" (UPA), ala militare dell'Organizzazione dei nazionalisti ucraini (OUN), lo status di eroi per l'indipendenza dell'Ucraina.

L'UPA aveva operato principalmente in Ucraina occidentale ed aveva combattuto contro le truppe sovietiche, collaborando con gli invasori nazisti. I leader dei collaborazionisti dei nazisti dell'UPA, Stepan Bandera e Roman Shukhevich, sono stati riconosciuti "Eroi dell'Ucraina".

Correlati:

Bambina ucraina fa il saluto nazista e dice che “taglierà i russi”
Nazionalisti ucraini minacciano blocco navale della Crimea
Mosca: in Lettonia si esalta il nazismo
Quando al Parlamento Europeo il nazismo è di casa
Tags:
Olocausto, Neonazismo, Battaglioni paramilitari ucraini, Razzismo, Parlamento, Stepan Bandera, Artem Vitko, Israele, Donbass
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik