14:10 08 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
6140
Seguici su

Un diciassettenne aggredisce il premier spagnolo: sono contento di averlo fatto.

Tensione oltre i livelli di guardia in Spagna, a tre giorni dall'importante appuntamento elettorale. Ieri, nel corso di un evento della campagna elettorale a Pontevedra, nel nord della Spagna.

Un giovanissimo aggressore, ha colpito al volto Marano Rajoy prima di essere neutralizzato dall'intervento delle guardie di sicurezza. Il premier spagnolo, che ha ricevuto un forte schiaffo, non ha riportato ferite ma è apparso subito sotto shock per l'accaduto.

Prima di essere portato via, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, il giovane, che sarebbe stato identificato in un sostenitore di movimenti vicini a Podemos, avrebbe urlato più volte la sua soddisfazione per aver compiuto il gesto.

Quello di ieri non  altro che l'ennesimo segnale di una campagna elettorale molto dura, caratterizzata da scontri verbali oltre il limite del consentito. Pochi giorni fa il leader socialista Pedro Sanchez, nel corso di un dibattito televisivo, aveva definito il premier una persona "non perbene", scatenando una rabbiosa reazione da parte di Rajoy.

"Vile, meschino, miserabile" sono state le parole pronunciate dal primo ministro uscente.

Correlati:

Spagna, il trionfo di Podemos
Voto amministrativo in Andalusia: irrompe Podemos.
Tags:
attacco, Mariano Rajoy, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook