19:57 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
260
Seguici su

Il 17 dicembre si terrà la conferenza stampa annuale del presidente Putin. Secondo i politologi, le domande dei giornalisti riguarderanno soprattutto la situazione sociale e l’economia del paese, nonché le questioni dell’agenda internazionale.

Gli esperti prevedono che durante la grande conferenza stampa del presidente della Russia, che si terrà il 17 dicembre, le domande dei giornalisti riguarderanno soprattutto i temi della situazione sociale ed economica nel contesto della caduta dei prezzi petroliferi, ma si parlerà anche di temi internazionali, perché i giornalisti stranieri vorranno sapere le intenzioni della Russia in materia di politica estera.

Il vice presidente del Centro di tecnologie politiche Alexey Makarkin osserva che la maggior parte delle domande potrà essere ricondotta in due grandi ambiti — quello socioeconomico e quello di politica estera.

Nel primo caso si parlerà delle prospettive dell'economia russa nelle condizioni dell'ulteriore riduzione dei prezzi del petrolio e delle garanzie sociali ai cittadini. Nelle regioni della Russia è uno dei temi più dibattuti, ha spiegato l'esperto. Per quanto riguarda la politica estera, si possono prevedere domande sui rapporti con l'Occidente, sulla situazione in Medio Oriente, compresa la Siria, e sui rapporti con la Turchia. L'esperto non esclude neanche l'interesse per la tematica ucraina.

"Credo che in questo momento molti stiano aspettando con ansia quello che sarà detto a proposito delle proposte di aumentare l'età pensionabile. Ci possono essere anche delle domande sul futuro delle garanzie sociali che i cittadini hanno oggi. L'opinione pubblica internazionale certamente vuole sapere come potrà evolversi la politica estera della Russia, ma la maggior parte delle domande riguarderà sicuramente la situazione interna", — ha detto Makarkin.

Secondo l'esperto, i giornalisti stranieri si interesseranno soprattutto della politica estera, mentre i loro colleghi russi si concentreranno su problematiche interne.

Il direttore del Centro di informazione politica Alexey Mukhin prevede anche delle domande scomode.

"Negli ultimi tempi i cittadini, e anche i media, stanno seguendo con attenzione la campagna anticorruzione. Prevedo che i giornalisti vorranno sapere se questa campagna sarà condotta anche in futuro. Putin probabilmente si limiterà a suggerire che la risposta venga chiesta alle autorità inquerenti, ma le informazioni di cui dispongo io fanno credere che la lotta sarà continuata. In questo momento sono in corso le indagini a carico di una decina di dirigenti regionali e distretturali e nei confronti di parecchi funzionari di livello federale. Quindi mi aspetto un serio avvicendamento degli esecutivi", — ha detto l'esperto.

Sarà sicuramente affrontato anche il tema dell'efficienza del governo nelle condizioni della crisi. "Dmitry Medvedev ha cercato di allentare in qualche modo la tensione, ma restano delle domande alle quali può rispondere soltanto il capo dello Stato", — ha detto l'interlocutore dell'agenzia.    

Correlati:

La linea diretta con il presidente Putin
Linea diretta con Putin, quattro ore di botta e risposta con i cittadini
Tags:
Conferenza stampa, Relazioni Russia-Turchia, crisi in Siria, Alexey Makarkin, Vladimir Putin, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook