02:53 22 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
5110
Seguici su

Richiamo all’ordine da parte di Ue e Usa. In arrivo il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

Nella giornata di ieri Tirana è stata centro di una manifestazione di piazza organizzata dall'opposizione di centro destra che chiede le dimissioni dell'esecutivo guidato dal premier Edi Rama ed elezioni anticipate.

Almeno cinque persone sono state arrestate per atti di vandalismo in una protesta che ha visto i manifestanti impegnati nel tentativo di dare fuoco al bunker, opera d'arte moderna di un artista francese costruita nei pressi del ministero dell'Interno nell'ambito di un progetto che prevede l'apertura al pubblico dei tunnel sotterranei del regime comunista. Il bunker viene considerato dall'opposizione una provocazione che "vuole rievocare i simboli della dittatura".

Dura il monito proveniente dall'Unione europea e dagli Stati Uniti che hanno condannato gli atti violenti registrati durante la manifestazione. Per Bruxelles, "il ritorno alla violenza è inaccettabile", mentre l'ambasciata Usa ha precisato che "danneggiare la proprietà pubblica non è conforme ai valori democratici".

La delegazione dell'Ue a Tirana ha ricordato inoltre come l'Albania "deve affrontare una difficile agenda di riforme relative al suo percorso di integrazione europea".

Intanto, il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, sarà domani in visita a Tirana, dove incontrerà il presidente della Repubblica, Bujar Nishani, il premier Edi Rama, il ministro degli Esteri, Ditmir Bushati e la titolare del dicastero della Difesa, Mimi Kodheli. 

Correlati:

Esercitazioni Nato in Albania
Tags:
Proteste, NATO, Mimi Kodheli, Ditmir Bushati, Edi Rama, Bujar Nishani, Jens Stoltenberg, USA, UE, Albania
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook