19:17 23 Luglio 2018
Ambasciata olandese a Kiev

Museo olandese accusa élite ucraina di traffico di quadri rubati

© flickr.com/ atelier PRO
Mondo
URL abbreviato
0 140

Un museo dell’Olanda accusa: nazionalisti ucraini, che nel loro paese godono di sostegno dei veritici politici, lo stanno ricattando. I nazionalisti chiedono dei soldi per la restituzione di alcuni quadri rubati al museo.

Il museo di Hoorn, nella Frisia Occidentale, ha accusato i nazionalisti ucraini e i l'élite politica dell'Ucraina dei tentativi di vendere dei quadri che sono stati rubati al museo, riferisce l'inglese The Telegraph.

Nel 2005 dal museo di Hoorn sono stati rubati 24 quadri dei pittori olandesi del Settecento e Ottocento, comprese opere di Jan van Goyen, Hendrik Bogert, Floris van Schooten e Jakob Vaben. Il valore complessivo dei quadri ammonta a circa 10 milioni di euro.

Lunedì il museo ha dichiarato che i quadri sono riemersi in Ucraina in luglio di quest'anno. Alcuni volontari ucraini del battaglione paramilitare "OUN" hanno contattato l'ambasciata olandese a Kiev, dichiarando di essere in possesso dei quadri. In qualità di prove hanno dimostrato una foto che riprendeva uno dei quadri rubati. Per la restituzione delle opere hanno chiesto 50 milioni di euro.

Il museo olandese ha fatto sapere che la figura chiave di questa vicenda è il vice comandante del battaglione "OUN" Boris Gumyenyuk. Secondo i magistrati che stanno indagando sul caso, i criminali sono spalleggiati dal leader dei nazionalisti Oleg Tyabnibok (partito "Svoboda") e dall'ex capo del Servizio di sicurezza dell'Ucraina Valentin Nalivaychenko.

I rappresentanti del museo dicono che le possibilità diplomatiche sono state ormai esaurite e la situazione si trova in un vicolo cieco. "La nostra collezione è nelle mani di persone corrotte che fanno parte dell'élite politica dell'Ucraina. Queste persone si rifiutano di restituire i quadri e vogliono soltanto una cosa: guadagnare illegalmente con il nostro patrimonio culturale", — ha detto il direttore del museo di Hoorn, citato dal quotidiano Guardian.

L'esperto Arthur Brand, specializzato in crimini che coinvolgono opere d'arte, ha detto che alcuni dei quadri probabilmente sono già stati venduti. "All'inizio ci hanno offerto 24 quadri. Poi si è parlato di un numero più piccolo. Adesso ci vogliono vendere soltanto 12 opere", — ha detto Brand, rilevando che secondo i suoi dati nella vicenda sono coinvolti degli uomini dei servizi segreti dell'Ucraina.

Il ministero degli Esteri olandese ha informato che il problema viene discusso con i dirigenti dell'Ucraina. "Credo che l'abbiano preso molto sul serio. Cercheremo di fare tutto il possibile per riportare la collezione nel museo di Frisia Occidentale", — ha detto il ministro degli Esteri olandese Bert Koenders.    

Tags:
Quadri rubati, Olanda
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik