18:37 03 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 32
Seguici su

I controlli provvisori ai confini interni dell’area Schengen potrebbero restare in vigore per due anni piuttosto che per sei mesi. La proroga dei controlli sarà discussa venerdì a Bruxelles dai ministri dell’Interno dei paesi UE.

"I ministri procederanno alla prima discussione in merito", — ha detto una fonte diplomatica europea, intervista dalla'agenzia RIA Novosti.

Negli ultimi mesi alcuni dei paesi UE avevano ristabilito i controlli ai confini interni per contrastare il flusso di migrazione illegale. In conformità all'articolo 26 del Codice Schengen, tale misura è da considerarsi straordinaria e non può restare in vigore per oltre 6 mesi.

Nelle ultime settimane, a seguito di aumento del numero dei migranti, Austria, Germania e Slovacchia hanno reintrodotto i controlli alle frontiere, mentre Ungheria e Bulgaria stanno costruendo sbarramenti e irrigidiscono le pene ai trasgressori.

Secondo gli ultimi dati della Frontex, nei primi 10 mesi dell'anno in corso nei paesi UE sono entrati circa 1,2 milioni di migranti.    

Correlati:

Anche la Svezia abbandona Schengen
Tusk: per salvare Schengen serve rafforzare i controlli alle frontiere della UE
La crisi migratoria può distruggere Schengen
Tags:
Controlli, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook