17:20 18 Dicembre 2017
Roma+ 10°C
Mosca0°C
    Combattenti del Daesh

    Daesh contro UK: Non prendetevela con l'Islam quando colpiremo

    © AP Photo/ albaraka_news, File
    Mondo
    URL abbreviato
    107

    Mentre i primi caccia della RAF sganciano le prime bombe in Siria, la propaganda online del califfato minaccia il Regno Unito. Il partito laburista britannico affronta la crisi interna dopo che 67 suoi parlamentari hanno votato sì alla mozione sull'estensione dei raid.

    Mentre i caccia della Royal Air Force sganciano le prime bombe sui territori occupati dal Daesh in Siria, il Site riferisce nelle stesse ore del moltiplicarsi di messaggi di minaccia nei confronti del Regno Unito da parte della rete online del califfato.

    "Non prendetevela con l'Islam quando vi colpiremo".

    Dmitry Peskov
    © Sputnik. Sergey Guneev

    E' questo uno dei messaggi più ricorrenti a poche ore dal voto di Westminster che ha fatto alzare in volo 4 degli 8 caccia Tornado che il Regno Unito manderà alla base aerea cipriota di Akrotiri per affiancare gli 8 già impegnati nei bombardamenti in Iraq. Intanto è iniziata nel Paese proprio l'analisi del voto a cui ieri è stata chiamata la Camera dei comuni. La mozione richiesta dal primo ministro David Cameron sull'estensione dei raid dall'Iraq alla Siria per contrastare il califfato ha ottenuto infatti 397 sì, con l'appoggio di 67 parlamentari del partito laburista guidato dal pacifista Jeremy Corbyn. La spaccatura non è completa ma quello di cui sono convinti tutti gli analisti di Oltremanica è che l'aver scalfito la compattezza mostrata nei primi giorni del post Parigi, in cui il Labour aveva manifestato con fermezza il suo no all'estensione delle operazioni in Siria, avrà nel breve e medio periodo delle ripercussioni interne.

    Soddisfazione da Parigi, dove il presidente Francois Hollande ha "salutato le prime operazioni aeree britanniche sulla Siria". Domani è previsto il voto del Parlamento di Berlino che autorizzerà la missione tedesca in Siria, come annunciato dalla cancelliera Angela Merkel sette giorni fa.

    Correlati:

    Gb, per premier Cameron i raid vs Daesh sono solo parte di una strategia per la Siria
    Tags:
    ISIS, Raid contro "Stato islamico", Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik