Widgets Magazine
09:54 19 Luglio 2019
Segretario di Stato USA John Kerry

Kerry dice sì alla chiusura completa del confine tra Turchia e Siria

© REUTERS / Brendan Smialowski
Mondo
URL abbreviato
3113

Gli Stati Uniti e la Turchia sono d'accordo con la necessità di chiudere completamente il confine turco-siriano per evitare il contrabbando di petrolio e gli spostamenti dei terroristi del Daesh, ha dichiarato il segretario di Stato USA John Kerry.

"Restano da chiudere 98 chilometri di confine, siamo pienamente d'accordo senza il bisogno di discutere ulteriormente come agire per chiudere questa sezione della frontiera. Il presidente turco Tayyip Erdogan intende farlo. Lavoreremo insieme su questo, ci apprestiamo a condurre le necessarie consultazioni tra i nostri militari per agire," — ha detto ai giornalisti a Bruxelles il capo della diplomazia americana.

Ha osservato che "la Turchia è interessata a fermare il contrabbando di petrolio e gli spostamenti dei combattenti stranieri in entrambe le direzioni."

"Lavoreremo con loro per capire come combinare gli sforzi dell'Aviazione, delle forze della coalizione e del contingente turco e delle unità dell'opposizione presenti in zona per mettere in sicurezza il territorio. Sono sicuro che ci riusciremo," — ha detto il segretario di Stato americano.

Correlati:

Peskov: notizie su commercio petrolio Daesh-Turchia utili contro terrorismo
Iraq, deputato denuncia: ISIS ha venduto petrolio e gas alla Turchia per 800 milioni Usd
Il petrolio e l'amicizia con ISIS: segreti e conflitti d'interesse della famiglia Erdogan
Danni a business petrolio con ISIS, Jet russo Su-24 abbattuto da Turchia per rappresaglia
Petrolio di ISIS in economia della Turchia: affari milionari di Erdogan jr su sangue curdi
Tags:
ISIS, Sicurezza, Terrorismo, Contrabbando, Confine, Petrolio, Coalizione USA anti ISIS, John Kerry, Recep Erdogan, Siria, Turchia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik