18:56 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
5014
Seguici su

Il presidente americano Barack Obama spera che la Russia entri a far parte della coalizione degli Stati Uniti contro i terroristi del Daesh.

"In fondo la Russia riconosce che la minaccia terroristica dei fondamentalisti è più sentita per il suo popolo e sarà alleata di quelli che combattono contro il Daesh," — ha detto Obama in una conferenza stampa in Francia.

Secondo Obama, gli Stati Uniti continuano a credere che i raid russi non siano diretti esclusivamente contro il Daesh, ma anche contro l'opposizione siriana. Obama ha detto che "non si fa illusioni" sul fatto che la Russia attacchi solo il Daesh. Inoltre Obama ha detto di non aspettarsi "una svolta a 180 gradi" della politica di Mosca nelle prossime settimane. Allo stesso tempo gli Stati Uniti contano sul successo dei negoziati di Vienna sulla Siria, ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti.

"Possiamo vedere che in alcune zone della Siria vige il cessate il fuoco," — ha detto Obama, aggiungendo che questo scenario "libererà i gruppi dell'opposizione" dai possibili attacchi aerei della Russia.

Il presidente americano ha inoltre ribadito che le divergenze tra gli Stati Uniti e la Russia restano sul futuro del presidente siriano Bashar Assad.

Correlati:

L'incontro tra Putin e Obama è durato mezz'ora
Seria discussione fra Putin e Obama al G20
Obama: "evitare ogni escalation dopo l'abbattimento del SU-24"
Obama: "La Russia può giocare un ruolo più costruttivo nella lotta all'ISIS"
Cremlino su Obama: USA appoggiano guerra della Russia vs ISIS solo a parole
Tags:
ISIS, Opposizione, Politica Internazionale, Terrorismo, negoziato di Vienna, Coalizione USA anti ISIS, Barack Obama, Siria, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook