22:47 25 Settembre 2017
Roma+ 19°C
Mosca+ 10°C
    Migranti aspettano un treno per la Serbia

    Ue, 3 miliardi alla Turchia per emergenza migranti

    © AP Photo/ Boris Grdanoski
    Mondo
    URL abbreviato
    618605

    Perfezionato l'accordo che avvicina ulteriormente Ankara all'adesione all'Unione. Davutoglu: Giornata storica. Juncker: Non dimentichiamo divergenze su diritti umani e libertà di stampa.

    Al termine del summit straordinario tra UE e Turchia in programma ieri a Bruxelles, Ankara strappa un finanziamento da 3 miliardi di euro per l'emergenza rifugiati e fa un passo avanti nel processo di adesione in corso, nonostante le caute reazioni dei vertici UE sull'argomento. Se infatti il premier turco Ahmet Davutoglu, parlando con la stampa al termine del summit, ha parlato di "giornata storica nel processo di adesione", è stato lo stesso presidente della Commissione Jean Claude Juncker a raffreddare i toni.

    "Non dimenticheremo — ha detto alla stampa — le divergenze sui temi come libertà di stampa e diritti umani, ma ci torneremo per riavvicinare le nostre posizioni".

    Un cauto passo avanti dunque, scandito dall'accordo che porterà nelle casse di Ankara 3 miliardi di euro, nell'ambito di un programma strutturato su 2 punti essenziali, allo scopo di affrontare efficacemente l'emergenza profughi ed il loro transito dalla Turchia. Se con i 3 miliardi stanziati, la Turchia dovrà provvedere a strutturare campi di accoglienza e migliorare le procedure per l'identificazione dei migranti, dall'altra otterrà una velocizzazione nel rilascio dei visti. Favorevole il presidente francese Hollande, che ha commentato positivamente i termini dell'accordo.

    "La Turchia — ha chiesto — deve controllare le persone che attraversano il suo territorio e se fa questo sforzo è giusto che riceva il nostro sostegno". 

    Correlati:

    Migranti, UE spera in un accordo con la Turchia
    Intesa tra UE e Turchia per limitare l'afflusso di migranti
    Tags:
    migranti, Crisi dei migranti, Commissione Europea, Ahmet Davutoglu, François Hollande, Jean-Claude Juncker, UE, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik