21:03 18 Febbraio 2018
Roma+ 10°C
Mosca-3°C
    Armi dei ribelli anti-Assad dell'Esercito Libero Siriano (opposizione moderata)

    L'esercito di Damasco accusa: Turchia ha intensificato forniture di armi a jihadisti

    © AFP 2018/ ACHILLEAS ZAVALLIS
    Mondo
    URL abbreviato
    9329

    Armi, munizioni ed attrezzature militari vengono consegnate ai ribelli islamici sotto l'apparenza di aiuti umanitari provenienti dalla Turchia, affermano le forze armate della Siria.

    La Turchia ha aumentato le fornitura di armi ai ribelli che lottano contro le forze governative in Siria, segnala l'agenzia "Reuters" citando una dichiarazione del comando dell'esercito siriano.

    "Abbiamo informazioni secondo cui il governo della Turchia ha di recente rafforzato il sostegno ai terroristi intensificando le forniture di armi, munizioni ed equipaggiamenti militari," — si afferma nelle dichiarazioni dei militari di Damasco.

    Si evidenzia come le armi arrivino come "aiuti umanitari" in cambio di petrolio a buon mercato e di reperti storici di valore.

    In precedenza le forze armate siriane avevano denunciato di essere state attaccate con colpi di mortaio dal monte Jebel Aqra, situato nel territorio turco.

    Correlati:

    Esercito di Assad segnala di essere stato attaccato con colpi di mortaio dalla Turchia
    Gli appelli per espellere la Turchia dalla NATO dimostrano danno sua reputazione
    Il Giornale: in Siria è gioco sporco della Turchia
    Putin: Ankara spinge ad un punto morto i rapporti tra Russia e Turchia
    Erdogan s’è vendicato per le sue autobotti incendiate…
    Damasco accusa: bombardiere russo abbattuto per difendere interessi del figlio di Erdogan
    Il petrolio e l'amicizia con ISIS: segreti e conflitti d'interesse della famiglia Erdogan
    Petrolio di ISIS in economia della Turchia: affari milionari di Erdogan jr su sangue curdi
    Tags:
    Contrabbando, Armi, Terrorismo, Bombardamenti in Siria, ISIS, Esercito siriano libero, Esercito della Siria, Turchia, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik