14:14 24 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Combattenti dell'ISIS

    ISIS rivendica attacco Tunisi

    © AP Photo/ File
    Mondo
    URL abbreviato
    0 12501

    Rivendicazione di una cellula dello stato Islamico sui social network: “Non ci fermeremo fino a quando non vigerà la Sharia”. La Tunisia blinda per 15 giorni il confine con la Libia.

    Nel giorno in cui le autorità tunisine aggiornano a 13 il bilancio delle vittime dell'attacco ad un bus della guardia presidenziale dello scorso 20 novembre, arriva la rivendicazione da parte dello Stato Islamico.

    Un comunicato è infatti apparso su Twitter nella giornata di ieri, a firma di una cellula tunisina dell'ISIS, in cui viene mostrata la foto del kamikaze che avrebbe azionato la sua cintura esplosiva al passaggio del mezzo nella capitale tunisina.

    "I tiranni della Tunisia — si legge — dovranno capire che non avranno pace e non ci fermeremo fino a che non sarà in vigore la Sharia in Tunisia".

    Dopo le misure eccezionali annunciate dal presidente Essebsi, con lo stato di emergenza nazionale ed il coprifuoco dalle 21, il Consiglio per la Sicurezza nazionale ha stabilito la chiusura temporanea delle frontiere con la Libia a partire dalla mezzanotte di ieri, aumentando il livello di sorveglianza di porti e aeroporti. 

    Correlati:

    Russia e Francia possono unirsi contro ISIS
    Caccia russo abbattuto: nel mirino della NATO non l’ISIS, bensì Mosca
    La Russia reagirà all'abbattimento del caccia Su-24 con aumento raid contro ISIS
    Le armi della Russia contro l'ISIS
    Tags:
    attacco, ISIS, Tunisia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik