15:40 23 Agosto 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 24°C
    Maria Zakharova (foto d'archivio)

    Russia stizzita per giustificazioni USA su uccisione pilota russo dei ribelli anti-Assad

    © Sputnik. Anton Denisov
    Mondo
    URL abbreviato
    143497372

    Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti aveva fornito in precedenza una singolare valutazione dell'uccisione a sangue freddo dei ribelli siriani turcomanni anti-Assad, che hanno ucciso con colpi di arma da fuoco il pilota russo del caccia Su-24 abbattuto dalla Turchia mentre scendeva col paracadute.

    Maria Zakharova, la portavoce del ministero degli Esteri russo, ha commentato le dichiarazioni del portavoce del Dipartimento di Stato USA in relazione all'abbattimento dell'aereo militare russo da parte della Turchia.

    "Ricordate queste parole, ricordatele per sempre. Non le dimenticherò mai. Lo giuro," — ha scritto la Zakharova sulla sua pagina Facebook.

    In precedenza il portavoce del Dipartimento di Stato americano Mark Toner aveva affermato che Washington non esclude che i colpi di arma da fuoco contro il pilota russo del caccia Su-24 siano state un'azione di difesa dei ribelli turcomanni siriani.

    "Se le forze turcomanne sono state colpite durante i raid aerei russi, potevano difendersi", — ha detto Toner quando gli è stato chiesto di commentare le azioni dei ribelli turcomanni, che avevano sparato contro il pilota russo del caccia Su-24 mentre scendeva in paracadute dopo l'abbattimento del suo aereo.

    Maria Zakharova ha inoltre richiamato l'attenzione sulla risposta del portavoce del Dipartimento di Stato alla domanda se si possa considerare autodifesa sparare a sangue freddo con un uomo ferito sul paracadute.

    "Ha risposto che "non c'è una chiara comprensione di ciò che è realmente accaduto," — ha scritto stizzita la Zakharova.

    Ieri un caccia russo Su-24 è precipitato in Siria. Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che l'aereo è stato abbattuto da un missile di tipo "aria-aria"di un jet turco F-16 sul territorio siriano e l'aereo è precipitato in Siria, a 4 chilometri dal confine con la Turchia. Il presidente russo ha definito il fatto "una pugnalata alla schiena" dei complici dei terroristi.

    Correlati:

    Damasco accusa Turchia di aver violato sua sovranità con abbattimento Su-24 russo
    Peskov: abbattendo Su-24 russo la Turchia ha violato il diritto internazionale
    Abbattimento del Su-24, uno dei piloti catturato dall' Esercito Siriano Libero
    Tags:
    Scandalo, Abbattimento jet russo, jet abbattuto in Siria, Dipartimento di Stato, Ministero degli Esteri di Federazione Russa, Mark Toner, Maria Zakharova, Turchia, Siria, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik