07:38 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
708
Seguici su

Gli Stati Uniti si atterranno alla loro strategia attuale nella lotta contro i militanti del gruppo Stato islamico in Siria e Iraq e non invieranno truppe per un attacco di terra.

Lo ha annunciato il presidente Usa, Barack Obama, in conferenza stampa dopo il vertice del G20 ad Antalya, in Turchia.

Barack Obama ha dichiarato che "ci sarà un'intensificazione della strategia che abbiamo già adottato, una strategia che alla fine sarà quella che funzionerà". Ma un intervento con forze di terra in Siria "senza un governo rappresentativo e una popolazione che respinge qualsiasi tipo di fanatismo, non faremmo che ripetere un errore".

"Faremo — ha assicurato Obama — tutto quello che è necessario perché la popolazione americana possa sentirsi sicura" così come i popoli e "i nostri alleati altrove, come in Francia".

L'Isis non conduce "una guerra convenzionale" e quindi fermarlo è più difficile secondo Barack Obama. Il problema, ha spiegato, "non sono le armi che posseggono ma l'ideologia che portano avanti e la loro volontà di morire". "Ovviamente i terribili eventi di Parigi" sono stati "una sconfitta terribile e disgustosa", ha ammesso Obama, ma "va detto che in Siria sono stati compiuti alcuni progressi poiché il Califfato controlla porzioni meno estese di territorio".

Correlati:

Mosca ritiene fallimentare esperimento USA su creazione gruppi di lavoro sulla Siria
Putin: pronti a collaborare con gli USA, ma in Siria violano il diritto internazionale
Corrotta e sconfitta: la politica estera degli USA in Siria
Tags:
Lotta al terrorismo, Lotta all'ISIS, Coalizione anti-ISIS, G20, ISIS, Barack Obama, Turchia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook