08:35 09 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 220
Seguici su

Nella giornata di ieri i rottami di un elicottero “Mi-2” con le insegne dell'Ucraina erano stati trovati vicino al confine slovacco-ucraino. Per difendere il confine nazionale, la Slovacchia userà tutti i mezzi a disposizione, ha sottolineato il ministro degli Interni Robert Kaliňák.

Nel monitoraggio del confine tra la Slovacchia e l'Ucraina verranno attivamente sfruttati i mezzi di difesa antiaerea, ha dichiarato ai giornalisti il ministro degli Interni slovacco Robert Kaliňák citato dal sito web "Teraz".

Questa dichiarazione è stata rilasciata dal ministro a seguito del ritrovamento dei rottami di un elicottero con le insegne ucraine "Mi-2" non lontano dal confine slovacco-ucraino. Vicino al velivolo sono stati rinvenuti 6 cadaveri dei passeggeri, in seguito è stato trovato il corpo della settima vittima dell'incidente.

"Il dispiegamento del sistema di difesa aerea sul nostro confine orientale è una decisione molto difficile, — ha detto Kaliňák. — Si tratta di una misura di emergenza, ma il momento attuale richiede tali azioni. Ora tutti i mezzi disponibili in Slovacchia saranno utilizzati per la difesa dello spazio aereo."

In precedenza il ministro dell'Interno aveva segnalato che le forze dell'ordine coinvolte nel controllo della frontiera con l'Ucraina mercoledì avevano rilevato un velivolo sconosciuto nel territorio slovacco.

Il ministro si è rifiutato di confermare le illazioni dei media secondo cui a bordo dell'elicottero, insieme ai cittadini ucraini, si trovavano dei profughi provenienti dal Sud-Est asiatico. "In questo caso non possiamo ancora confermare o escludere qualsiasi versione, ovvero se si tratta di contrabbandieri o di clandestini", — ha detto Kaliňák.

Tags:
Difesa, Migranti, Confine, elicottero, Incidente di frontiera, Incidente, Robert Kaliňák, Slovacchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook