20:25 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 07
Seguici su

Una bomba è scoppiata durante la preghiera del mezzogiorno nella moschea di Shibam, frequentata dalla popolazione Houthi. Il bilancio provvisorio è di una decina di vittime.

Una bomba è esplosa in Yemen, durante la preghiera di mezzogiorno in una moschea frequentata dall'etnia degli Houthi nella regione nord-occidentale di Mahwit, uccidendo decine di fedeli e ferendone altri. L'esplosione ha avuto luogo a Shibam, una città a circa 40 chilometri dalla capitale Sana'a. Il bilancio delle vittime è ancora provvisorio.

Intanto, mentre gli scontri tra gli Houthi e i combattenti Saleh stanno continuando nella regione meridionale di al-Dalea, in attesa di nuovi negoziati a Ginevra, sotto l'egida dell'Onu, il presidente yemenita, Abde Rabbo Mansur Hadi, ha incontrato ieri nella capitale saudita Riyad l'ambasciatore statunitense in Yemen, Mattew Touler.

Durante il colloquio proprio Hadi ha accusato gli Houthi di "avere ampliato il fronte dei combattimenti e lanciato nuove offensive colpendo anche i civili".

Secondo una stima elaborata dall'Onu, sono almeno 5.600 gli yemeniti uccisi dal 26 marzo, data in cui sono iniziati i raid della coalizione militare a guida saudita contro gli Houthi, su richiesta dello stesso presidente Hadi.

Correlati:

Yemen, s’intensificano i combattimenti
Nuove alleanze per i sauditi in Yemen, arrivano le truppe sudanesi
Lo Yemen a un passo dalla carestia tra bombe e uragano
Tags:
Moschea, Attentato, strage, ONU, Abd Rabbih Mansur Hadi, Yemen
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook