18:11 26 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
250
Seguici su

Il Pentagono annuncia la morte del boia britannico dei video di propaganda ISIS al termine di un raid a Raqqa, ma lo Stato Islamico smentisce.

Il boia britannico divenuto tristemente noto a livello globale per le sue esecuzioni nei video di propaganda dell'ISIS, è stato ferito ma sarebbe ancora vivo. Dopo l'annuncio del Pentagono, che poche ora fa aveva fatto sapere di avere colpito con un raid a Raqqa, in Siria, con obiettivo proprio Mohammed Emwazi, noto mediaticamente con lo pseudonimo di Jihadi John, parlando di alto grado di certezza sull'uccisione dell'uomo.

"Stiamo valutando i risultati dell'operazione di questa notte — ha affermato il portavoce del Pentagono, Peter Cook — e daremo informazioni più precise non appena potremo".

Nelle stesse ore alcune fonti accreditate dello Stato Islamico hanno smentito, secondo quanto ricostruito dalla versione online dell'emittente britannica Sky News.

Anche il Regno Unito, che ha preso parte al raid su Raqqa, attraverso un comunicato diffuso questa mattina da Downing Street, ha confermato l'obiettivo dell'attacco, senza fare però chiarezza sul suo esito.

"Non possiamo ancora essere certi — si legge nella nota — che il raid abbia avuto successo".

Correlati:

CNN confonde Jihadista John con Putin
Tags:
Pentagono, Peter Cook, Mohammed Emwazi, Jihadi John, USA, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook