Widgets Magazine
00:17 21 Settembre 2019
I manifestanti durante lo sciopero ad Atene il 12 novembre.

Grecia, sciopero generale: Atene di nuovo in fiamme

© REUTERS / Michalis Karagiannis
Mondo
URL abbreviato
0 131
Seguici su

Il governo Tsipras sotto assedio nel primo sciopero generale dalla firma dell'ultimo memorandum con i creditori internazionali: manifestazioni e scontri ad Atene.

Torna a manifestarsi la tensione sociale in Grecia, nelle ore del primo sciopero generale da quando Tsipras ha riottenuto l'incarico di governo con l'appoggio di Greci Indipendenti e firmato il memorandum con i creditori internazionali per il terzo bailout greco.

Ieri Atene nuovamente in fiamme, a distanza di 4 mesi dagli ultimi scontri a piazza Syntagma quando, nelle ore dell'approvazione in Parlamento del pacchetto di riforme siglato con l'ex Troika, le proteste scatenarono la violenza.

Le due principali sigle sindacali del settore pubblico e privato, Adedy e Gsee, hanno dato vita ieri a tre imponenti manifestazioni nella capitale greca, coinvolgendo oltre 25mila persone. Nei dintorni del Parlamento polizia e un centinaio di manifestanti a volto coperto sono entrati in contatto, con lancio di molotov e lacrimogeni, ed un incendio è stato appiccato davanti alla sede centrale della Banca di Grecia.

Lo sciopero di ieri, indetto contro le riforme che il governo deve approvare per accedere alla prima tranche di prestiti da 2 miliardi, era appoggiato anche da una parte consistente dello stesso partito di governo, Syriza, che tramite alcuni profili social ha dato sostegno in qualche ufficiale alle proteste.

"Diamo una risposta dinamica alle pressioni dei datori di lavoro e ai ricatti dei creditori" è apparso ieri sul profilo Twitter del partito, mostrando politicamente le prime crepe dal punto di vista della tenuta del governo Tsipras. 

Correlati:

Grecia, l'Eurogruppo rinvia gli aiuti
Grecia, FMI chiede ristrutturazione debito
Tsipras: 4 anni per cambiare la Grecia
Tags:
Proteste, sciopero, Troika, Syriza, Alexis Tsipras, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik