19:04 22 Ottobre 2018
Jens Stoltenberg

Nato aumenta presenza militare nei Paesi scandinavi

© AP Photo / Virginia Mayo
Mondo
URL abbreviato
11169

Usa vendono missili alla Finlandia per un importo di 150 milioni, destinati a difendere la frontiera con la Russia.

"La Nato incrementerà la sua presenza militare nei Paesi scandinavi in risposta all'"aggressività russa", ha dichiarato il segretario generale dell'Alleanza Atlantica, Jens Stoltenberg, durante la sua prima visita a Stoccolma, lunedì scorso 10 novembre.

Prima di partecipare alla riunione di difesa nordica, Stoltenberg ha incontrato il primo ministro svedese, Stefan Loefven, il ministro degli Esteri, Margot Wallstrom, e le commissioni parlamentari di Difesa e Affari Esteri.

Stoltenberg ha definito la Svezia come "uno dei partner più attivi della Nato" e ha accolto con favore gli sforzi di Svezia e Finlandia per rafforzare la cooperazione e la difesa contro la guerra ibrida, aumentare la consapevolezza della situazione, sviluppare esercitazioni più frequenti per migliorare la sicurezza nella regione.

"La Nato non cerca un contrasto con la Russia, siamo aperti alla collaborazione e al dialogo, ma la cooperazione deve basarsi sulla trasparenza e sulla forza", ha dichiarato il segretario.

Nei giorni scorsi gli Stati Uniti hanno annunciato la vendita di armi a diversi Paesi europei per un totale di 880 milioni di dollari, inclusi missili alla Finlandia per un importo di 150 milioni, destinati a difendere la frontiera con la Russia.

Correlati:

La Nato si preoccupa per le sorti della Moldavia
NATO accusa Russia: “una gigante bolla radio-elettronica” ci impedisce di volare in Siria
Come l’apertura dei centri di comando NATO influenzerà la sicurezza in Europa?
Tags:
presenza militare USA, NATO, Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, Scandinavia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik