Widgets Magazine
05:31 23 Luglio 2019
Quartier fenerale NATO a Bruxelles

Vertice Nato dei Paesi dell'Europa dell'Est in Romania

© AP Photo / Yves Logghe
Mondo
URL abbreviato
4012

Nei primi giorni di dicembre a Bruxelles la decisione finale sull'ingresso nell'Alleanza Atlantica del Montenegro.

Mentre il vicesegretario generale della Nato, Alexander Vershbow, inizia oggi una visita in Romania, dove prenderà parte alla riunione regionale dei nove capi di stato e di governo dei Paesi dell'Europa centro orientale della Nato, il quotidiano montenegrino Pobjeda, citando fonti diplomatiche, riferisce che i ministri degli Esteri dei Paesi membri della Nato decideranno sull'invito di adesione al Montenegro durante l'incontro che si terrà l'1 e il 2 dicembre a Bruxelles. Il Montenegro, secondo il quotidiano, gode del sostegno di tutti i membri principali della Nato, inclusi gli Stati uniti e il Regno unito, a parte la Francia i cui esponenti non si sono ancora espressi al riguardo.

Alexander Vershbow si reca per la seconda volta in meno di 20 giorni nella capitale romena. Il vertice è stato concordato dal presidente della Romania, Klaus Iohannis, e l'oramai ex capo dello stato polacco, Bronislaw Komorowski, durante la visita del 12 marzo scorso a Varsavia. All'evento è attesa la partecipazione del presidente della Repubblica bulgaro, Rosen Plevneliev, del capo dello stato estone, Toomas Hendrik Ilves, del presidente estone Raimonds Vejonis, della presidente lituana, Dalia Grybauskaite, del presidente slovacco Andrej Kiska e del presidente ungherese, Janos Ader. Unico asente il capo dello stato ceco, Milos Zeman, che sarà rappresentato dal presidente della Camera dei deputati, Jan Hamacek.

Ufficialmente, secondo quanto riferito dal portale ceco "Eurozpravy.cz", Zeman non si presenterà all'incontro in quanto impegnato nella visita alla regione centrale di Pardubice. Tuttavia, Zeman ha cercato di mantenere dei solidi rapporti con Mosca, incontrando Vladimir Putin a Pechino durante la Giornata della Vittoria lo scorso 3 settembre. 

Lo scorso agosto il Financial Times aveva definito il summit che si terrà domani a Bucarest "il primo segnale concreto dei Paesi membri della Nato dell'Europa orientale di fare delle pressioni per una maggiore presenza alleata nella regione, a causa dei timori di una crescente aggressività russa". 

Correlati:

Analisti: tra poco Serbia dovrà scegliere tra Russia e NATO
Grushko: Nato è passata da partnership con Russia a deterrenza
“Le esercitazioni NATO in Europa meridionale sono un avvertimento per la Russia”
Gli italiani dicono “no” alla guerra e alla NATO
Tags:
Vertice NATO, NATO, Jan Hamacek, Miloš Zeman, Janos Ader, Andrej Kiska, Dalia Grybauskaite, Raimonds Vējonis, Il presidente estone, Toomas Hendrik, Rosen Plevneliev, Bronisław Komorowski, Klaus Iohannis, Alexander Vershbow, Montenegro, Europa orientale, Romania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik