01:09 25 Maggio 2018
Roma+ 19°C
Mosca+ 17°C
    Stephen O'Brien

    Onu, Donetsk: domani visita del sottosegretario Affari umanitari

    © flickr.com/ DFID - UK Department for International Development
    Mondo
    URL abbreviato
    0 0 0

    Lo ha annunciato oggi a Ria Novosti una fonte del governo dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk. Scopo della visita valutare la situazione umanitaria nella regione.

    Il sottosegretario generale delle Nazioni unite per gli Affari umanitari, Stephen O'Brien, ha programmato per domani una visita nella città ucraina di Donetsk. Lo ha annunciato oggi a Ria Novosti una fonte del governo dell'autoproclamata repubblica popolare di Donetsk.

    Lo "scopo preliminare" della visita ufficiale sarà — ha notato la fonte — "valutare la situazione umanitaria nella regione".

    Venerdì scorso, l'ufficio di O'Brien aveva annunciato che il sottosegretario si sarebbe recato in Ucraina dal 2 al 4 novembre per incontrarsi con i funzionari di governo e valutare lo stato della situazione umanitaria nelle province orientali.

    Le regioni di Donetsk e Luhansk sono state severamente colpite dal conflitto in corso dall'aprile 2014 dopo il lancio da parte di Kiev di un'operazione militare nel Donbass. Secondo i dati diffusi dalle Nazioni unite, sarebbero circa 150 mila le persone nella regione del sud-est ucraino a non ricevere razioni alimentari mensili, l'accesso all'acqua potabile è a rischio l'accesso all'acqua potabile per circa 1,3 milioni di persone, senza contare le oltre 30 mila persone ancora in attesa di materiali, necessari con urgenza, per realizzare ricoveri temporanei o per la riparazione di abitazioni.    

    Correlati:

    Donetsk accusa Kiev di manovre per escludere il Donbass da negoziati e coinvolgere gli USA
    Facebook blocca la nuova pagina del leader di Donetsk... dopo un giorno!
    OSCE rileva aumento di ostilità militari nell'aeroporto di Donetsk
    Tags:
    visita, ONU, Stephen O'Brien, Repubblica popolare di Donetsk
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik