15:19 19 Settembre 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 13°C
    Militari cinesi (foto d'archivio)

    “La prepotenza degli USA rischia di far scoppiare una guerra con la Cina”

    © REUTERS/ Damir Sagolj
    Mondo
    URL abbreviato
    634945533

    Gli Stati Uniti continuano a far valere il loro diritto di navigare liberamente nelle acque vicino alle isole che la Cina rivendica. In questo contesto i timori di una possibile guerra tra i due Paesi continuano a profilarsi all'orizzonte, ritiene l'esperto militare della rivista “The National Interest” Dave Majumdar.

    Dave Majumdar, analista militare della rivista "The National Interest" ha elencato tre tipi di armamenti cinesi che dovrebbero temere gli Stati Uniti nell'ambito di un peggioramento delle relazioni con la Cina a seguito della situazione nel Mar Cinese Meridionale.

    Nella regione la situazione è peggiorata dopo che il cacciatorpediniere "Lassen", secondo il ministero degli Esteri cinese, senza l'autorizzazione di Pechino è entrato nelle acque del Mar Cinese Meridionale nei pressi delle isole Spratly, arcipelago conteso che la Cina rivendica. Il dicastero della diplomazia di Pechino aveva protestato ufficialmente contro gli Stati Uniti, sostenendo che tali azioni violino la sovranità della Cina.

    Dopodichè l'ammiraglio cinese Wu Shengli nel corso di una videoconferenza con il comandante della Marina USA John Richardson aveva definito le azioni americane "provocatorie" ed aveva avvertito che "anche un piccolo incidente avrebbe potuto innescare una guerra".

    "Finchè gli Stati Uniti continuano ad affermare il loro diritto alla libera navigazione nelle acque del Pacifico occidentale, si profila all'orizzonte un potenziale conflitto con la Cina," — scrive Majumdar.

    Secondo lui, in caso di confronto, il ruolo chiave sarà giocato da tre tipi di armamenti cinesi: le mine navali, i sottomarini diesel-elettrici e le navi da guerra di superficie.

    Tags:
    Geopolitica, Guerra, marina USA, Marina cinese, Wu Shengli, Ammiraglio John Richardson, Mar Cinese, Asia, USA, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik