16:42 15 Ottobre 2018
Arme chimiche

ISIS ha le tecnologie per produrre armi chimiche?

© REUTERS / China Daily
Mondo
URL abbreviato
151

Mosca è preoccupata dal fatto che l’ISIS potrebbe essere in possesso di armi chimiche, mentre il governo siriano ha quasi finito di distruggere le proprie scorte degli armamenti di questo tipo.

Secondo un alto funzionario del ministero degli esteri russo, la Russia è preoccupata che il Consiglio di sicurezza ONU non ha reagito adeguatamente a queste informazioni, mentre Mosca insiste ora di iniziare un'indagine sull'uso di armamenti chimici da parte dei militanti dello Stato Islamico.

A detta del funzionario, "sono stati registrati molti esempi di uso di armi chimiche in Siria e in Iraq da parte di miliziani di ISIS".

Non è solo il cloro che è stato usato dallo Stato Islamico per scopi militari:

"ci sono prove contro l'ISIS sull'uso di vere armi chimiche, iprite e forse lewisite", ha aggiunto il diplomatico.

Al momento Mosca ha eliminato quasi il 92% del suo arsenale chimico, di cui le ultime unità saranno eliminate "non più tardi del 2020". 

Correlati:

In Russia distrutto il 90% dell'arsenale chimico
Colpiti 118 obiettivi ISIS in Siria nelle ultime 24 ore
New York Times: la caduta di Assad renderebbe ISIS più forte
Tags:
Armi chimiche, ISIS
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik