Widgets Magazine
05:46 22 Settembre 2019
Primo ministro della Serbia Aleksandar Vucic

Premier della Serbia a Mosca per incontrare Dmitry Medvedev

© Sputnik . Aleksey Nikolskyi
Mondo
URL abbreviato
181
Seguici su

Lo scopo della visita a Mosca del primo ministro della Serbia Aleksandar Vucic è quello di “interloquire con i dirigenti della Russia e raggiungere dei risultati positivi che siano importanti per i cittadini della Serbia e per il futuro delle relazioni bilaterali”.

"Possiamo fare molto per promuovere la cooperazione politica. Possiamo continuare — e anche su scala più ampia — il nostro interscambio commerciale. La Russia è uno dei primi tre partner commerciali della Serbia. Credo che ci sia spazio per sviluppare anche la cooperazione nei settori dell'edilizia, agricoltura e industria, compresa l'industria militare", — ha detto Vucic in un'intervista rilasciata a "Sputnik Serbia".

Il premier serbo ha rilevato che è importante raggiungere accordo sui vecchi debiti nei confronti di Gazprom, sorti per colpa dei precedenti governi della Serbia che non hanno pagato le forniture.

Vucic ha fatto ricordare che Serbia è uno dei pochi paesi che non hanno aderito alle sanzioni contro la Federazione Russa. Secondo il premier serbo, lo scopo di Belgrado è quello di sviluppare buoni rapporti con Mosca, per questo è importante continuare a restar estranei alle sanzioni e a seguire una politica neutrale nel campo militare.

"Nell'interesse dei nostri cittadini possiamo migliorare le nostre relazioni, che tradizionalmente sono di amicizia, e credo che ciò sia un buon segnale per la Federazione Russa. Già il fatto che la visita durerà tre giorni dimostra quanta importanza diamo a queste relazioni", — ha detto Vucic.     

Correlati:

Russia-Serbia, relazioni commerciali non influenzate dalle sanzioni
La Serbia è interessata alle forniture di gas russo
UE potrebbe chiedere alla Serbia di introdurre le sanzioni contro la Russia
Tags:
Visita a Mosca, Primo ministro della Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik