01:50 13 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
100
Seguici su

Dopo la sparatoria e gli arresti di ieri, un'altra operazione dell'antiterrorismo turca nella provincia di Konya: 30 arresti.

A meno di una settimana dalle elezioni, seconda operazione in due giorni delle squadre antiterrorismo della polizia turca. Dopo gli arresti e la sparatoria di ieri, in cui sono rimaste vittime anche due agenti, un blitz è scattato questa mattina nel distretto di Cumra, in Anatolia.

A finire in manette 30 persone, tutte sospettate di far parte dello Stato Islamico. L'agenzia di stampa turca Dogan ha riferito dell'operazione che si è concentrata principalmente nella città di Konya, capoluogo dell'omonima provincia del sud della Turchia e considerata una roccaforte jihadista. 

Intanto a pochi giorni dal voto è massima allerta in tutto il Paese per l'allarme attentati. Secondo quanto riferito dalla versione online del tedesco Der Spiegel, non si è fermata con gli arresti di ieri la preoccupazione per possibili azioni dimostrative, come segnalato dalle forze di intelligence. Nessuna conferma è ancora arrivata sulla presenza nel Paese di quattro componenti dello Stato Islamico che sarebbero arrivati pochi giorni fa in Turchia dalla Siria per "compiere attentati che suscitino clamore". 

Correlati:

Turchia, blitz contro ISIS: 6 morti
Tags:
Terrorismo, jihadista, jihad, Lotta al terrorismo, Raid contro "Stato islamico", ISIS, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook