02:42 10 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
3252
Seguici su

I Caccia bombardieri russi hanno colpito 285 obiettivi ISIS e del fronte al-Nusra negli ultimi tre giorni nelle provincie siriane di Hama, Idlib, Latakia, Damasco, Aleppo, Deir ez-Zor.

Lo ha riportato il ministero della difesa russo, che ha diffuso anche i video dei nuovi attacchi:

Un caccia SU-25 ha attaccato e distrutto 3 centri di comando dell'ISIS nella provincia siriana di Latakia, come specificato dal generale maggiore Igor Konashenkov:

"I caccia Su-25 hanno attaccato e distrutto tre basi dei terroristi, fornite di bunker sotterranei, posizioni di artiglieria e torrette di guardia"

I jet russi inoltre hanno distrutto un deposito di munizioni del fronte al-Nusra nella provincia di Damasco.

Nella zona di Aleppo i bombardieri russi SU-34 hanno distrutto un centro di comando dell'ISIS che coordinava le operazioni contro le forze armate siriane vicino alla base di Kowaire.

Nella provincia di Hama è stato smantellato un impianto che installava armi, mortai, e dispositivi anti aerei zu-23 sulle auto dei terroristi.

Dal 30 settembre, su richiesta del presidente siriano Bashar Assad, la Russia conduce raid aerei mirati contro gli obiettivi dello "Stato Islamico" in Siria.

Correlati:

Telefonata Lavrov - Zarif sulla risoluzione del conflitto in Siria
Peskov: una bufala le notizie sulla morte dei civili in Siria
Tags:
Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook