18:28 25 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
7301
Seguici su

La rivista “Kommersant-Vlast” informa che dopo l’inizio dell’operazione in Siria le aziende della Russia hanno aumentato la produzione di missili.

Gli stabilimenti della russa "Tactical Missiles Corporation" adesso fanno tre turni lavorativi per soddisfare il fabbisogno dei militari impegnati nell'operazione che viene svolta in Siria, riferisce "Kommersant-Vlast", citando una fonte dell'industria militare russa.

Il gruppo " Tactical Missiles Corporation" progetta e produce missili guidati, complessi tattico-operativi per aeronautica, esercito e marina, nonché sistemi e attrezzature per lanci spaziali.

Sabato scorso il portavoce del ministero della Difesa della Russia, generale Igor Konashenkov, intervistato dalla televisione Russia Today, ha comunicato che da quando è iniziata l'operazione in Siria gli aerei della Russia, dislocati nella base di Hmeimin, si sono levati in volo 934 volte, distruggendo 819 obiettivi dei terroristi.

Nella maggior parte dei casi sono stati adoperati  missili di precisione X-29L di classe "aria-superficie" e bombe guidate KAB-500S. Quando è necessario, ha detto Konashenkov, si usano anche bombe con testata penetrante, che frantumano il calcestruzzo o la roccia e esplodono dentro il bunker.

Una fonte dello Stato maggiore della Russia ha detto a "Kommersant-Vlast" che i bersagli vengono selezionati sulla base dei dati di intelligence che pervengono, praticamente 24 ore su 24, dal satellite di ricognizione "Persona" N2 e dai droni "Orlan-10". Le informazioni vengono trasmesse anche dagli alleati della Russia, cioè Iran, Iraq e Siria.    

Correlati:

Bilancio dei raid russi in Siria: distrutti 819 target di ISIS e terroristi in fuga
52 raid e 72 obiettivi colpiti dall'aviazione russa in Siria
Tags:
Produzione di missili
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook