00:49 21 Agosto 2017
Roma+ 26°C
Mosca+ 18°C
    Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

    Russia spera che Europa capisca inammissibilità della sua posizione passiva in Siria

    © AP Photo/ Alexander Zemlianichenko
    Mondo
    URL abbreviato
    5854202

    Per l'Europa la “sveglia” è stata l'ondata di migranti, ritiene il ministro degli Esteri russo. A questo proposito ha espresso la speranza che l'Unione Europea si accorga del danno evidente dalla posizione che ha assunto sulla questione siriana.

    Mosca spera che l'Unione Europea comprenda l'inaccettabilità della sua posizione indipendente e passiva sulla crisi siriana, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

    "Spero che dopo tutto questo tempo l'Unione Europea si renda conto dell'inammissibilità della sua posizione passiva nella crisi siriana,"

    ha detto in un'intervista durante il programma "Vesti v Subbotu" sul canale tv "Rossiya 1"

    Secondo Lavrov, "probabilmente servirà da sveglia l'ondata di migranti, anche se sono circa 700mila, numero relativamente piccolo rispetto al numero di ucraini che ha accolto la Russia e sono rimasti nel nostro territorio."

    Correlati:

    Siria, Lavrov: coinvolgere anche Iran ed Egitto per soluzione crisi
    Incontro tra Lavrov e Kerry a Vienna sulla Siria
    Siria, venerdì incontro a Vienna tra Kerry e Lavrov
    Tags:
    crisi in Siria, Crisi dei migranti, Sergej Lavrov, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik