14:51 15 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 2°C
    Justin Trudeau

    Trudeau: Canada via da Siria e Iraq

    © REUTERS/ Chris Wattie
    Mondo
    URL abbreviato
    0 91

    Come promesso in campagna elettorale il neo premier canadese annuncia l'intenzione di ritirare le proprie forze armate dai teatri di guerra siriani e iracheni.

    Il neo premier canadese Justin Trudeau ha comunicato al presidente americano Barack Obama l'intenzione di interrompere i raid dei caccia canadesi in Iraq e Siria contro l'ISIS.

    A 24 ore dalla vittoria elettorale, Trudeau ha intrattenuto una conversazione telefonica con il presidente americano, confermando quanto promesso ripetutamente in campagna elettorale, ossia lo stop ai bombardamenti all'interno della coalizione internazionale in Siria e Iraq ed il "passo indietro" nella direzione già annunciata: le forze armate canadesi resteranno a fianco della coalizione modificando però sostanzialmente il proprio impegno sul terreno.

    Il neo premier canadese, che non ancora ha indicato un calendario per lo stop alle operazioni offensive, ha confermato a Obama che il Canada proseguirà comunque la missione umanitaria e di addestramento nella regione. 

    Correlati:

    Russia: navi in Mediterraneo mai contro coalizione a guida Usa
    Accordo tra Russia e coalizione USA per evitare “incidenti” nei cieli della Siria
    Siria: attacchi russi a terrorismo più efficaci di coalizione a guida Usa
    Per l'Iran una “fiction” la lotta contro ISIS in Siria della coalizione USA
    Tags:
    Lotta all'ISIS, Lotta al terrorismo, Coalizione USA anti ISIS, Coalizione, ISIS, Justin Trudeau, Canada, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik