11:12 19 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 24°C
    La bandiera dell'Arabia Saudita

    Arabia Saudita chiede all'Iran la chiusura dei rapporti con il governo di Assad

    © AP Photo/ Michael Sohn
    Mondo
    URL abbreviato
    71878134

    Per l'Arabia Saudita, l'Iran dovrebbe fermare l'ingerenza negli affari regionali, proprio mentre sono in corso i bombardamenti a guida saudita nello Yemen.

    Botta e risposta tra Riyad e Teheran sulla crisi siriana e le dinamiche regionali.

    Il ministro degli Esteri dell'Arabia Saudita, Adel al Jubeir, in un'intervista al quotidiano Sharq al Awsat ha esortato l'Iran a fermare la sua "ingerenza" nella regione mediorientale: "Vogliamo che l'Iran cambi la sua politica e smetta di immischiarsi negli affari di altri Paesi come il Libano, la Siria, l'Iraq e lo Yemen". Secondo il ministro saudita, l'Iran dovrebbe cessare ogni attività militare a sostegno del presidente Bashar al-Assad per ottenere un ruolo nel processo di pace.

    Di opinione diversa, il capo della diplomazia iraniana, Mohammed Javad Zarif, che il 17 ottobre scorso, nel corso di una conferenza stampa a Teheran con l'omologo tedesco, Frank-Walter Steinmeier, ripresa dall'emittente televisiva iraniana al Alam, il capo della diplomazia iraniana,  aveva affermato che "i tentativi del governo di Riyad di eliminare l'Iran dalla scena regionale hanno portato a un bagno di sangue e a conflitti in tutta la regione", riferendosi chiaramente alla situazione in Yemen e in Siria.

    Ieri, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Irna, la portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Marzieh Afkham, ha rincarato la dose accusando i sauditi di avere un atteggiamento "spregevole e arrogante".

    "Il ministero degli Esteri saudita, prosegue la portavoce, il cui governo segue un approccio militare, di sicurezza e decisamente eccessivo e che da oltre sette mesi prende di mira il suo vicino musulmano Yemen con bombardamenti costanti, manca della competenza necessaria per parlare del ruolo regionale dell'Iran".

    Intanto, proprio in queste ore, i caccia della coalizione a guida saudita hanno eseguito una nuova ondata di raid in Yemen. Secondo l'emittente al-Masirah, stamani i jet della Coalizione hanno bombardato un'area residenziale nel distretto di Razeh, nella provincia di Saada, uccidendo almeno due civili. E' stato colpito, inoltre, l'aeroporto internazionale di Taiz. Raid sono stati effettuati anche nell'area della città portuale di Mokha e su Sirwah, 120 km a est della capitale Sana'a.

    Correlati:

    In Yemen l'Aviazione saudita fa una strage durante matrimonio sciita: 15 vittime
    Yemen, nessuna commissione d'inchiesta su crimini di guerra
    ONU, Ban Ki-moon: Russia USA Iran Turchia Arabia Saudita possono risolvere crisi in Siria
    Tags:
    Mohammad Zarif, Adel al-Jubeir, Bashar al-Assad, Iran, Arabia Saudita, Yemen
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik