06:34 22 Novembre 2017
Roma+ 7°C
Mosca0°C
    Matteo Renzi conferma l'intenzione di procedere con il suo piano di riduzione fiscale in Italia

    Siria, Renzi: Bombe non risolvono il problema

    © REUTERS/ Francois Lenoir
    Mondo
    URL abbreviato
    534922

    Il presidente del Consglio italiano riferisce in aula a Montecitorio alla vigilia del Consiglio Europeo di domani: coalizione globale contro il fanatismo.

    In Siria è necessario approntare una grande coalizione contro il fanatismo. Ne è convinto Matteo Renzi, che questa mattina ha riferito alla Camera dei deputati sul Consiglio Europeo previsto domani a Bruxelles. Il premier italiano, che non ha mancato di sottolineare gli errori che a suo avviso l'Europa ha compiuto a livello di politiche economiche in questi anni di recessione, ha ribadito la necessità di riconoscere la vastità del pericolo fondamentalista per poterlo affrontare con strumenti adeguati.

    "Dall'Afghanistan alla Nigeria, esiste un blocco molto frammentato di fanatismo, contro il quale una grande coalizione internazionale è assolutamente necessaria in termini di intervento culturale, aiuto allo sviluppo e lotta contro l'estremismo e gli atti di terrore. Bisogna riconoscere che il problema è più vasto".

    Questo il passaggio in cui Renzi ha sostenuto la necessità di un'azione congiunta da parte della coalizione più ampia possibile in Siria, dove l'intervento armato di una singola forza rischia di peggiorare la situazione sul campo. "La Libia — ha dichiarato il premier italiano — sta lì a testimoniarlo".

    Infine, sempre sul tema della lotta all'ISIS, Renzi ammonisce in qualche modo sulla doppia morale di chi valuta in queste ore l'intervento russo in Siria.

    "Commette un errore — ha detto il premier — chi immagina, dopo aver teorizzato l'esclusione della Russia da tutti i formati, di appaltare totalmente la questione della Siria alla Russia e ai suoi alleati". 

    Correlati:

    La Russia accusa USA e UK di aver consegnato in Siria i fuoristrada “Toyota” usati da ISIS
    “Se non sconfiggiamo oggi il terrorismo in Siria, domani verrà da noi in Russia”
    Sergej Lavrov: Mosca non capisce intenzioni degli USA in Siria
    Attacchi USA in Siria, Putin: insensato distruggere centrale elettrica
    Dagli USA 50 tonnellate di munizioni per opposizione siriana
    Tags:
    Terrorismo, jihad, raid della Russia in Siria, Lotta al terrorismo, Consiglio Europeo, ISIS, Matteo Renzi, Europa, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik