06:38 22 Novembre 2017
Roma+ 7°C
Mosca0°C
    United States Capitol Building, Washington, D.C.

    Washington Post: in Siria USA colti di sorpresa

    © flickr.com/ Ken Lund
    Mondo
    URL abbreviato
    71682311

    Dopo l’inizio dei raid della Russia sulle postazioni dello “Stato islamico” in Siria, i servizi segreti degli USA stanno dimostrando un forte malessere per la reazione passiva dell’amministrazione, scrive il quotidiano Washington Post.

    La tensione è sorta, perché gli USA non sanno come reagire all'operazione, cominciata in Siria dagli aerei della Russia, le azioni di Mosca hanno colto Washington di sorpresa, scrive il giornale, riferendosi ad alcuni funzionari di alto rango.

    Secondo i funzionari, che hanno voluto restar anonimi, il governo USA sapeva che la Russia voleva ampliare la sua presenza militare in Siria. Alcuni alleati avevano informato gli Stati Uniti che a partire dalla metà di agosto Mosca chiedeva corridoi di transito non solo per aerei da trasporto, ma anche per caccia e bombardieri che i siriani non avevano mai pilotato. Ciò nonostante, anche dopo che la Russia ha inviato in Siria suoi tecnici militari, i raid  dell'aeronautica russa hanno colto gli USA di sorpresa, sottolinea WP.

    L'operazione della Russia "ha danneggiato la già fragile strategia degli USA" per l'addestramento delle forze che fossero in grado di contrastare ISIS.

    Prima che iniziasse l'operazione militare della Russia alcuni rappresentanti dell'amministrazione americana dicevano che la tattica migliore era l'attesa. Oggi però nella Casa bianca è in corso una discussione su come rispondere a questa nuova situazione, informa il quotidiano.

    "Il direttore della CIA John Brennan si è detto deluso dall'inazione degli USA nel momento in cui i ribelli, addestrati negli ultimi due anni nei centri segreti in Giordania, devono affrontare l'operazione della Russia", — scrive Washington Post, riferendosi ai funzionari  del governo americano.

    In questo momento i servizi segreti degli USA stanno cercando di capire che proporzioni potrà assumere e quanto potrà durare la campagna della Russia, e che impatto potrà avere sul programma della CIA per l'addestrmento dei ribelli, osserva il Washington Post.    

    Correlati:

    Operazione russa in Siria, politologo iraniano spiega malessere degli USA
    Mosca:USA in Siria inefficienti, perché non vogliono alleanza con Damasco
    Tags:
    Reazione di Washington, Operazione russa in Siria, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik