14:51 21 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 0°C
    Combattenti ISIS a bordo di un fuoristrada della Toyota (foto d'archivio)

    Terroristi ISIS scorrazzano con i Suv Toyota? USA vogliono vederci chiaro

    © AP Photo/ The website of Islamic State militants
    Mondo
    URL abbreviato
    9131963

    Le autorità statunitensi hanno inviato una richiesta di chiarimenti alla casa automobilistica giapponese “Toyota”, per capire come lo "Stato Islamico" sia riuscito ad acquistare un così grande numero di nuovi pickup e Suv di questo marchio, riporta “ABC News”.

    La casa automobilistica ha risposto sostenendo di non avere alcuna idea su come i terroristi siano riusciti ad ottenere le loro macchine.

    "La Toyota segue regole rigide che non consentono di vendere auto a coloro che possono utilizzarle o modificarle per scopi militari o attività terroristiche," — ha dichiarato Ed Lewis, direttore dell'ufficio di relazioni pubbliche della società nipponica.

    Ha aggiunto che la casa automobilistica non ha le possibilità per monitorare i veicoli che sono stati rubati o sono stati acquistati e rivenduti tramite intermediari. La società giapponese aveva sospeso ufficialmente le forniture di veicoli in Siria nel 2012.

    I modelli "Toyota Hilux", "Toyota Tacoma" e "Toyota Land Cruiser" sono diventati il "biglietto da visita" di ISIS: su queste auto i terroristi montano varie armi, dai mitragliatori fino a cannoni e lanciarazzi, inoltre queste macchine vengono utilizzate per trasportare i jihadisti attraverso il deserto. Tuttavia nei numerosi video di propaganda dei terroristi si vedono anche mezzi delle altre case automobilistiche come "Mitsubishi", "Hyundai" e "Isuzu".

    Tags:
    Terrorismo, Auto, ISIS, Toyota, Giappone, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik