11:49 14 Novembre 2018
Cancelliere tedesco Angela MerkelPapa Francesco

Merkel e Papa Francesco verso il nobel per la Pace

© AP Photo / Markus Schreiber © AFP 2018 / FILIPPO MONTEFORTE
1 / 2
Mondo
URL abbreviato
516

Il nobel sarà assegnato venerdì, ma i bookmakers internazionali non hanno dubbi: la cancelliera sarà Premio Nobel per i meriti della gestione della crisi migranti che ha investito l'Europa tra mille scontenti.

La cancelliera tedesca Angela Merkel, oppure Papa Francesco. Sono questi i nomi che vengono ripetuti più spesso nel Toto Nobel che impazza tra i corridoi di Bruxelles.

Per molti parlamentari europei, il capo dell'esecutivo tedesco potrebbe ricevere il prestigioso premio per la gestione, seppur un po' altalenante, della crisi dei migranti. I deputati europei più attenti alla Chiesa puntano invece su Papa Francesco, sottolineando il suo ruolo nella recente riappacificazione tra Stati Uniti e Cuba.

Il Nobel per la Pace sarà assegnato venerdì.

Potrebbe andare anche all'Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite. In questo caso, tale riconoscimento potrebbe divenire un vanto per l'Italia, in quanto l'attuale presidente della Camera, Laura Boldrini, è stata portavoce dell'Unhcr, mentre il funzionario Onu Filippo Grandi potrebbe presto prenderne la guida.

Per ora, la gestione dell'emergenza rifugiati, la prontezza e la rete organizzativa, hanno portato la cancelliera tedesca sulle lavagne dei bookmaker internazionali a un taglio netto da 34,00 a 3,00 piazzandosi come grande favorita per la vittoria, scavalcando Papa Francesco, fermo a 6,00, nell'anno del Giubileo, con il sinodo delle famiglie appena iniziato.

Correlati:

Nobel Medicina ai ricercatori su infezioni da parassita e malaria
Il Nobel “alternativo” a Gino Strada
Dare la bomba atomica al Premio Nobel per la pace!
Ucraina ricatta USA per nomina Poroshenko al Nobel per la Pace
Tags:
migranti, Premio Nobel, ONU, Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite, Papa Francesco, Angela Merkel, Vaticano, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik