08:57 21 Novembre 2017
Roma+ 8°C
Mosca0°C
    La Corte di giustizia dell'Unione europea

    Corte UE denuncia: USA non garantiscono privacy dei dati

    © flickr.com/ Gwenael Piaser
    Mondo
    URL abbreviato
    0 16471

    Il massimo organo giudiziario comunitario accoglie la richiesta di uno studente austriaco: da oggi i cittadini europei potranno chiedere ai colossi del web di non conservare i proprio dati in USA.

    Dopo 4 anni di battaglia legale la Corte UE ha deciso: i cittadini europei potranno chiedere a Facebook e agli altri colossi del web di non conservare i propri dati negli Stati Uniti. La sentenza della suprema corte comunitaria arriva come ultimo passaggio di una vicenda iniziata 4 anni fa, quando uno studente universitario austriaco, Max Schrems, aveva avanzato la richiesta a seguito dello scandalo Datagate emerso grazie alle rivelazioni di Edward Snowden.

    Con la sentenza di oggi, destinata a far molto rumore, si crea un precedente destinato secondo molti analisti a cambiare le regole del gioco sul web: secondo la legislazione europea infatti si possono traferire i dati personali ad un Paese terzo solo nel caso in cui quest'ultimo sia in grado di garantire un livello di riservatezza adeguato.

    La decisione assunta dalla Corte invece è motivata dal fatto che negli USA le esigenze di sicurezza nazionale prevalgono sul "regime di approdo sicuro" dei dati previsto in UE, con le aziende del web chiamate a derogare alle norme in fatto di tutela della privacy "senza limiti", con il rischio di "ingerenze da parte delle autorità pubbliche americane nei diritti fondamentali delle persone", comportamento ritenuto "lesivo del diritto fondamentale al rispetto della vita privata". 

    Correlati:

    Snowden: USA e Gran Bretagna sono in grado di hackerare smartphone
    Presto data e luogo per premier del film su Snowden
    Tags:
    Scandalo Datagate, Scandalo, Corte UE, Corte di Giustizia dell'Unione Europea, Edward Snowden, USA, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik