14:16 23 Novembre 2017
Roma+ 18°C
Mosca-3°C
    Ospedale di Kunduz (foto d'archivio)

    Afghanistan, NATO ammette di aver colpito per errore ospedale di “Medici Senza Frontiere”

    © AFP 2017/ Shah Marai
    Mondo
    URL abbreviato
    8850517

    L'Alleanza Atlantica ha annunciato un'inchiesta sul bombardamento avvenuto per errore dell'ospedale dell'organizzazione internazionale "Medici Senza Frontiere", nel nord dell'Afghanistan, dove al momento dell'attacco aereo si trovavano circa 200 persone.

    La NATO ha fatto sapere di aver aperto un'indagine sul tragico bombardamento dell'ospedale dell'organizzazione internazionale "Medici Senza Frontiere" nella città afghana di Kunduz. La NATO non esclude che l'attacco sia stato effettuato dall'Aviazione degli Stati Uniti, riporta oggi l'agenzia "France-Presse".

    In precedenza era stato riferito che l'ospedale dell'organizzazione internazionale "Medici Senza Frontiere" a Kunduz, nel nord dell'Afghanistan, dove si trovavano circa 200 persone, è stato parzialmente distrutto dopo un bombardamento avvenuto nella notte: 3 medici sono rimasti uccisi, mentre più di 30 risultano dispersi tra le macerie.

    "Le forze statunitensi hanno condotto un attacco aereo a Kunduz alle 2.12 (orario locale)… contro un gruppo nemico considerato una minaccia. Il raid aereo potrebbe aver provocato erroneamente la distruzione di una struttura civile. Il fatto è oggetto di indagine," — l'agenzia riporta il comunicato della NATO.

    Tags:
    Bombardamenti, Incidente, Medici Senza Frontiere, Talebani, ONG, Aviazione, NATO, Afghanistan, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik