19:47 24 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-4°C
    John Kerry e Sergey Lavrov

    Lavrov a Kerry: Russia risponde delle sue azioni in Siria, raid solo vs ISIS

    © AP Photo/ Carlos Barria
    Mondo
    URL abbreviato
    2510161

    Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha raccontato di cosa ha parlato con il segretario di Stato USA John Kerry.

    Le leadership degli Stati Uniti e della Russia hanno "la consapevolezza della necessità di lavorare a stretto contatto" sulla Siria.

    Lo ha dichiarato il capo della diplomazia russa Lavrov dopo il suo terzo incontro con il segretario di Stato americano Kerry ai margini dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riporta il giornale russo "Kommersant". Lavrov ha bollato come voci le notizie secondo cui a seguito dei bombardamenti russi in Siria ci sarebbero state delle vittime civili.

    "Rispondiame delle nostre azioni in Siria," — ha dichiarato il ministro russo.

    La crisi siriana è stata al centro dei colloqui tra Sergey Lavrov e John Kerry.

    "Ci siamo occupati degli accordi che sono stati raggiunti nel corso dell'incontro tra Putin ed Obama del 28 settembre. Il primo riguarda la creazione di stretti contatti tra i nostri militari, — ha detto il ministro Lavrov. — Al più presto entreranno in contatto e si scambieranno informazioni, affinchè non si verifichino eventuali incidenti intenzionali".

    John Kerry ha confermato queste informazioni.

    Sergey Lavrov ha inoltre specificato che i caccia russi colpiranno esclusivamente obbiettivi dello "Stato Islamico". Secondo il capo della diplomazia russa, il segretario di Stato ha espresso preoccupazione per le informazioni secondo cui "gli obiettivi di questi attacchi non sono rappresentati dalle posizione di ISIS".

    "Sono convinti di avere delle prove. Abbiamo chiesto loro di mostrarcele, perché ci assumiamo la responsabilità dei nostri obbiettivi, — ha detto Sergey Lavrov. Sono iniziati discorsi secondo cui alcuni civili sarebbero rimasti vittime degli attacchi aerei. Non abbiamo questi dati. Stiamo molto attenti affinchè questi attacchi si effettuino con precisione chirurgica. " Secondo Sergey Lavrov, le voci sulle vittime civili "sono prive di fondamento", "sul suo sito web il ministero della Difesa russo ha spiegato in dettaglio i target di questi raid e quali sono stati i loro risultati."

    Il ministero della Difesa russo riporta:

    La squadriglia dell'Aviazione russa, dislocata nella base siriana di "Hmeymim", ha effettuato i primi raid di precisione contro obbiettivi dell'organizzazione terroristica internazionale ISIS.

    Gli aerei d'attacco dotati di moderni sistemi di fuoco hanno colpito 8 obbiettivi. Si tratta di depositi di armi, munizioni e carburante, mezzi militari, centri di comando, centri di comunicazione e mezzi di trasporto di ISIS.

    Tutti gli obiettivi sono stati colpiti: si trovavano in una zona montuosa nei pressi di un quartier generale dei ribelli jihadisti.

    Tags:
    Terrorismo, Difesa, Sicurezza, Bombardamenti, Aviazione, ISIS, John Kerry, Sergej Lavrov, Siria, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik