19:46 24 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-4°C
    Wolfgang Schaeuble, ministro delle Finanze della Germania

    Volkswagen, ora pesa l'incubo di una class action mondiale

    © AP Photo/
    Mondo
    URL abbreviato
    468271

    Caso Volkswagen, Schaeuble: "Alla fine non sarà più la stessa". Si riferiva alla casa automobilistica, ma forse pensava alla Germania.

    "Ha copiato la tesi di laurea" così titolava lunedi 28 settembre il Corriere della Sera, riferendosi a Ursula von der Leyen, la potente ministra della Difesa tedesca, cristiano-democratica, molto vicina ad Angela Merkel.

    Un noto esperto di plagi l'accusa di "aver superato il limite tollerabile".

    Volkswagen
    © Sputnik. Mikhail Fomichev
    Certo si tratta solo di un'accusa tutta da provare, ma il fatto in Germania non è nuovo: allora cosa succede? Stiamo per assistere a un possibile crollo morale di una nazione? Nel bene e nel male, nella coscienza dei popoli occidentali la Germania è stata, sempre e comunque, giudicata una "grande" nazione, proprio per la sua proverbiale compattezza ed efficienza sociale e istituzionale, oltre che economica. Nessuno avrebbe potuto immaginare che in Germania fosse possibile uno scandalo delle proporzioni a cui stiamo assistendo con la nota casa automobilistica Volkswagen, di cui il caso del plagio della ministra sembra un eclatante quanto azzeccato simbolo.

    Proprio oggi un top manager della Volkswagen e una decina di dipendenti sono stati  mandati in ferie forzate. E' prevista, inoltre, una riunione del consiglio di supervisione della Volkswagen per esaminare un'inchiesta interna.

    Pesa l'incubo della class action planetaria Volkswagen, indagato l'ex ad Winterkorn, e oltre 2 milioni di Audi coinvolte nello scandalo: "Alla fine Volkswagen non sarà più quello che era".

    Dure le parole del ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, alla RedaktionsNetzwerk Deutschland sullo scandalo che ha coinvolto l'azienda automobilistica tedesca. "Anche la brama di fama e riconoscimento" secondo il ministro a giocare un ruolo. "Si rimane senza parole di fronte a questo, e si vede sempre di nuovo come va a finire", ha aggiunto. Forse il ministro stava pensando anche alle sorti dell'egemone patria tedesca?

    Correlati:

    Scandalo Volkswagen, Bankitalia: Ripercussioni su Italia
    Volkswagen, l'ammissione di Berlino: anche in Europa test truccati
    Volkswagen avvertì clienti USA: Emissioni a rischio
    Caso Volkswagen, Berlino sapeva?
    Caso Volkswagen, la Francia chiede un'inchiesta europea
    Volkswagen crolla in Borsa dopo lo scandalo diesel
    Tags:
    emissioni, Scandalo, Volkswagen, Wolfgang Schaeuble, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik