10:53 18 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 22°C
    Profughi

    Svezia, blogger denuncia: governo può confiscare case dei residenti per darle a profughi

    © AFP 2017/ ARMEND NIMANI
    Mondo
    URL abbreviato
    0 37553

    Al momento arrivano in Svezia mille profughi richiedenti asilo al giorno, non è ipotizzabile ritenere che le abitazioni esistenti siano sufficienti per tutti.

    Johan Westerholm, attivista socialdemocratico e fondatore del blog indipendente "Ledarsidorna", che si dichiara "sempre all'opposizione", ritiene che il governo possa cominciare a confiscare gli immobili a beneficio dei profughi. Lo ha scritto nel suo blog:

    Al comune di Täby comparirà il primo grande centro per profughi: è una delle conseguenze subite dal comune a seguito dell'aumento della maggior pressione del flusso migratorio. Il Servizio di Migrazione ha firmato un contratto con la società "Täby Åkerby 12", per l'affitto del "Täby Park Hotell" dal 25 settembre 2015 e al 31 dicembre 2020. Secondo le previsioni, presto arriveranno 100 richiedenti asilo, dopodichè ci saranno altri 550 arrivi.

    Ora nel comune si trovano 58 persone richiedenti asilo. È possibile che questa cifra aumentidi 10 volte, dopodichè l'opinione della comunità cambierà.

    La mancanza di alloggi liberi ha indotto il Servizio di Migrazione a ridurre i requisiti per lo spazio abitativo da assegnare ad ogni persona: da 5 a 3,3 metri quadri. Secondo le esigenze degli allevatori, un suino adulto ha bisogno di uno spazio maggiore. Dal momento che sappiamo come viene considerato il maiale nell'Islam, possiamo aspettarci che i richiedenti asilo si indigneranno.

    La scorsa settimana il ministro della Giustizia e dell'Immigrazione Morgan Johansson aveva riferito che il governo aveva incaricato le aziende statali di trovare e ripulire alcune prigioni.

    Tutto evidenzia come la Svezia sia sulla strada dello stato di emergenza. La maggior parte della gente lo comprende, ma l'attuale governo non vuole ammetterlo. Sugli effetti a lungo termine non abbiamo nemmeno iniziato a pensarci. L'analisi della richiesta d'asilo dura 1 anno, quasi la metà dei richiedenti non va a lavorare nei primi 8 anni. I costi gravano sui comuni, quello che ci troviamo ad affrontare oggi è solo un primo effetto.

    Tags:
    Finanze, Società, profughi, migranti, Crisi dei migranti, governo, Svezia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik