07:44 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
201
Seguici su

Oltre 450 persone hanno perso la vita nella calca creatasi per raggiungere la città santa. Almeno 719 feriti.

Sono almeno 450 i fedeli che questa mattina hanno perso la vita nella calca creatasi per il pellegrinaggio verso la Mecca, in Arabia Saudita, nel primo giorno del Eid al-Adha, la Festa del Sacrificio.

Il bilancio, diffuso mentre vi scriviamo dalla Protezione Civile dell'Arabia Saudita citata dall'emittente Al Arabiya, è destinato a crescere, considerate le condizioni critiche di molti tra i 719 fedeli rimasti feriti nel fiume umano che ha attraversato la città di Mina, a 5 chilometri dalla Mecca.

Il rito del pellegrinaggio da e per la Mecca, in arabo Hajj, una delle più importanti celebrazioni della religione musulmana, non è purtroppo nuovo a tragedie di questo genere. Ogni anno infatti, tra i milioni di persone che nei giorni del Eid Al-Adha cercano di raggiungere la città santa per i musulmani, si registrano molto spesso episodi simili, con persone che finiscono inesorabilmente schiacciate dalla folla lungo il percorso.

Oggi, secondo le stime diffuse dalle autorità saudite, sono oltre 2 milioni i fedeli musulmani che hanno raggiunto in questi giorni il Paese per partecipare all'Hajj.

Correlati:

Ressa alla Mecca in Arabia Saudita: almeno 310 uccisi, 450 feriti
Tags:
Ressa, Hajj, pellegrinaggio, Arabia Saudita
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook