19:44 12 Novembre 2018
Mentre i BRICS vanno verso un regime visa-free, la UE ha introdotto l'obbligo delle impronte digitali per i russi che richiedono il visto shengen

Paesi Brics senza visto, si attende il via libera dalla Russia

© Sputnik . Iliya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
290

Il presidente russo Vladimir Putin ha incaricato il governo russo di sviluppare un regime visa-free per le visite di breve periodo destinato ai turisti provenienti dai paesi BRICS. La scadenza per le proposte di legge è il 30 ottobre.

Il blocco dei paesi BRICS comprende 5 paesi le cui economie sono in sviluppo: Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa. L'idea di un regime visa-free all'interno di questo blocco commerciale è stata proposta per la prima volta al quinto summit dei paesi BRICS svoltosi a Durban, in sud Africa, nel 2013.

Per il momento, proprio verso il Sud Africa sono esentati dalla richiesta dei visti gli operatori business dei paesi membri e questo, a detta del ministro degli Esteri sudafricano Malusi Gigaba, "ha già facilitato l'accesso al nostro paese".

Tra i principali progetti avviati dal BRICS, figura la nuova Banca di Sviluppo, istituita in occasione dell'ultimo summit BRICS, svoltosi ad UFA nel mese di luglio. La banca, che ha iniziato ad operare a Shangai il 21 luglio, ha un fondo di 50 miliardi di dollari destinato al finanziamento di infrastrutture e progetti di sviluppo nei paesi BRICS.

Correlati:

Russia, imprenditori Repubblica di Altay: grazie Obama e Merkel per contributo a turismo
10 motivi per visitare la Russia
Trasporti e turismo le leve dello sviluppo dell'Estremo Oriente della Russia
Turismo, ponte tra Italia e Russia nonostante le sanzioni
Tags:
Visto, Brics
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik