22:30 25 Settembre 2017
Roma+ 19°C
Mosca+ 10°C
    Profughi

    Danimarca, video satirico con gioco sui profughi e politici crea un putiferio

    © AFP 2017/ LEHTIKUVA/Panu Pohjola
    Mondo
    URL abbreviato
    0 161 0 0

    La trasmissione televisiva danese “Natholdet” ha lanciato uno spot satirico che è stato pubblicato su Facebook.

    I genitori con i 2 loro figli giocano ad un gioco il cui scopo è non lasciare entrare i profughi nel "nostro piccolo Paese felice", la Danimarca, mettendo recinzioni alle frontiere.

    Sul tavolo da gioco c'è una mappa della Danimarca e la frontiera del Paese. Le pedine sono 4 politici danesi: Inger Støjberg e Lars Løkke Rasmussen del "Partito della Sinistra" ("Venstre") e Kristian Dahl Thulesen e Martin Henriksen dal Partito del Popolo Danese ("Dansk Folkeparti").

    Tuttavia molti utenti di Facebook non capiscono come considerare questo video: con sarcasmo o come fatto grave.

    Nu er det her endelig. Flygtningespillet! Brætspillet hvor det er op til dig at få stoppet indvandringen til vores…

    Posted by Natholdet on 18 сентября 2015 г.

    Kerime Enise Ceylan:

    "Vergognatevi, mostri senza vergogna… i vostri cuori sono fatti di pietra? non siete esseri umani?"

    Niveen Ziad:

    "Natholdet è fatta dalle persone più sciocche e senza cuore che abbia mai visto! Spero che tutte le persone che li appoggiano qui, un giorno si ritroveranno a fare lo stesso viaggio!"

    Tuttavia c'è un gruppo di persone che sostiene la finzione del gioco e l'idea di chiudere i confini per i migranti.

    Michael Strømberg Nielsen:

    "Non capisco tutto questo odio verso Inger Støjberg. Si tratta di una donna che dice quello che pensa, anche se per questo può sembrare impopolare, la Danimarca sta cercando di fare il meglio per tutti noi".

    Trine Louise Hasselbalch:

    "Mi piacerebbe giocare a questo gioco con mia figlia se esistesse davvero. Perché mia figlia deve sapere che non abbiamo bisogno di aiutare coloro che hanno 200.000 corone per pagarsi il viaggio fino a qui. Quindi chiudere i confini ed inviare il denaro ai profughi sul posto."

    Qualcuno ha capito la provocazione, come ha scritto l'utente Hamo Teljigovic:

    "Non capisco: perché Natholdet dovrebbe vergognarsi? Cercano di descrivere la situazione con la satira, affinchè la gente veda come siano ridicoli tutti i politici, il governo e tutti i personaggi di questa tragica situazione."

    Helle Larsen:

    "E' un peccato che così tante persone non si rendano conto che il gioco della Natholdet è destinato a prendere in giro quelli che sono contro i profughi, i politici e le persone che si sono coperte di ridicolo nei media. E' un peccato che noi danesi sfruttiamo l'umorismo che viene frainteso da quelli che stiamo cercando di aiutare, mentre quelli che rallegrano di questo gioco pensano che sia indirizzato contro i rifugiati. Non è così."

    Tags:
    Satira, migranti, profughi, Razzismo, Società, mass media, Danimarca
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik