15:01 21 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 0°C
    Foto di Bashar Assad a Damasco, Siria

    Siria, sta vincendo la linea di Mosca

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Mondo
    URL abbreviato
    52540372

    Giorni fa il Segretario di Stato USA John Kerry ha informato che prossimamente sarà avviata una trattativa per “individuare le opzioni che possono essere considerate per la determinazione dei passi successivi da intraprendere in Siria”.

    Poco dopo si è proceduto ad un colloquio telefonico tra i ministri della Difesa di USA e Russia.

    Finora l'amministrazione Obama non faceva altro che deplorare le azioni di Mosca in Siria, osserva il quotidiano Los Angeles Times.

    "Ciò conferma che Mosca è diventata un giocatore ancora più importane, malgrado i tentativi di isolarla", — scrive il giornale.

    Secondo gli analisti, l'inizio delle trattative significa che la Casa bianca si è resa conto della necessità di rivedere i suoi principali concetti legati alla crisi siriana. Su alcune questioni Washington potrebbe diventare più flessibile.

    Kerry ha già fatto capire che l'amministrazione già sta dimostrando una maggiore flessibilità. Il suo tono "riconciliante" era in netto contrasto con le dichiarazioni che aveva fatto due settimane prima durante un colloquio telefonico con il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov.

    Secondo quanto dicono in giro le personalità ufficiali degli Stati Uniti, il principale scopo delle trattative tra Mosca e Washington sarà quello di escludere il pericolo di un conflitto armato tra le truppe di Russia e USA in Siria.    

    Correlati:

    John Kerry: a breve una trattativa con la Russia sulla Siria
    Russia pronta a fornire informazioni agli USA sulla cooperazione con la Siria
    Tags:
    Trattativa USA-Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik