13:58 23 Agosto 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 22°C
    Papa Francesco

    Lo storico viaggio di Papa Francesco all’Avana

    © AFP 2017/ FILIPPO MONTEFORTE
    Mondo
    URL abbreviato
    225012

    Dopo il disgelo tra cuba e Usa, attesa per la visita di Bergoglio a Cuba. Nei giorni successivi il Pontefice visiterà gli Usa, dove le polemiche potrebbero prendere il sopravvento sul dialogo.

    Inizia dall'Avana sabato 19 settembre, la visita storica di Papa Francesco a Cuba, terzo Pontefice a visitare l'Isola caraibica. La visita di Bergoglio a Cuba, e negli Stati Uniti subito dopo, segna il ripristino delle relazioni diplomatiche tra l'Avana e Washington.

    Programma intenso quello del Papa a Cuba. In tre giorni pronuncerà 8 discorsi. All'Avana, la messa nella piazza della Rivoluzione, l'incontro con Raul Castro e l'ex lider maximo, Fidel Castro. Tappe anche nelle città di Holguin e Santiago.

    Il sostituto della Segreteria di Stato, l'arcivescovo Angelo Becciu, già nunzio a Cuba, in un'intervista a Tv2000 ha sottolineato che il Papa "spenderà alcune parole in favore della revoca dell'embargo. C`è già la determinazione del presidente degli Stati Uniti, ora si aspetta il voto del Congresso e si spera che sia positivo. Non si può continuare così. Perché chi soffre sono i poveri e il popolo, non tanto gli altri. Per cui sarebbe veramente ora che si sollevassero le difficoltà per il popolo cubano".

    Intanto, l'amministrazione di Barack Obama ha annunciato l'allentamento di una serie di restrizioni imposte contro Cuba su viaggi, commercio e investimenti. Le modifiche permetteranno alle aziende statunitensi di aprire delle sedi a Cuba e condurre transazioni e operazioni finanziarie nel Paese caraibico, dove potranno anche assumere lavoratori locali. Le modifiche renderanno più semplice anche l'arrivo a Cuba di navi da crociera e altre imbarcazioni.

    E, mentre la visita di Papa Francesco è attesa anche negli Usa, Washington pubblica la lista degli ospiti della Casa Bianca che accoglierà Bergoglio il 23 settembre prossimo.

    Non solo il dibattito sulla rivoluzionaria enciclica ambientalista farà discutere la politica, ma, a quanto pare, negli States l'attenzione dell'opinione pubblica verterà anche sul dibattito in corso in merito ai diritti civili. Per molti conservatori statunitensi, la lista è a dir poco provocatoria, e avrebbe creato malumori, secondo il Wall Street Journal, anche in Vaticano. Come riportano i media statunitensi conservatori, alla Casa Bianca sono stati invitati Gene Robinson, Mateo Williamson, Vivian Taylor e Simone Campbell. Robinson è il primo vescovo anglicano dichiaratamente omosessuale degli Stati Uniti, Williamson è un transgender apparso in un documentario sui cattolici Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali, transgender), mentre Taylor, cattolica transgender, è la direttrice di Integrity Usa, che promuove l'inclusione dei cattolici Lgbt nella Chiesa episcopale.

    Correlati:

    Russia-Cuba, cooperazione promettente su energia e biotecnologie
    Migranti, Papa Francesco: Ogni parrocchia accolga una famiglia
    Papa Francesco per un accordo tra Israele e Palestina
    Usa-Cuba, esperti: Normalizzazione non avrà effetti su relazioni tra Russia-America Latina
    Per Papa Bergoglio Putin è un angelo della pace
    Papa Woitila è stato il primo papa non cattolico della storia
    Tags:
    Relazioni Internazionali, Religione, Visita, Chiesa Cattolica, Papa Francesco, Vaticano, USA, Cuba
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik