06:41 25 Novembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca-5°C
    Migranti siriani in marcia verso confine serbo-ungherese

    Migranti, la Slovenia sospende Schengen

    © AP Photo/ Edvard Molnar
    Mondo
    URL abbreviato
    0 72603

    Nel giorno in cui il Parlamento Europeo sostiene il piano Juncker con un voto a larga maggioranza, Lubiana fa sapere che reintrodurrà temporaneamente i controlli alle frontiere con l'Ungheria.

    Dopo le ipotesi dei giorni scorsi, in cui già era circolata sulla stampa europea l'indiscrezione sulla possibile chiusura della frontiera con l'Ungheria da parte della Slovenia, il governo di Lubiana ha deciso nel pomeriggio di ieri di reintrodurre temporaneamente i controlli ai confini, al termine di una riunione tra il primo ministro sloveno Miro Cerar ed il ministro degli Interni Vesna Gyorkos Znidar. A comunicarlo è stato lo stesso premier nel corso di una visita nella regione di Pomurje, al confine ungherese. Oggi lo stesso Cerar riceverà a Lubiana il premier austriaco Werner Faymann, per l'ennesimo vertice bilaterale tra i leader degli Stati maggiormente colpiti dall'emergenza di queste ultime settimane. L'Austria da due giorni ha riattivato i controlli a tutte le sue frontiere, compresa quella slovena.

    Con un voto a larga maggioranza intanto il parlamento Europeo ha votato questa mattina un parare favorevole al piano proposto lo scorso 9 settembre dalla Commissione Europea per il ricollocamento di 120mila profughi arrivati in Italia, Grecia e Ungheria. In una sessione straordinaria convocata ad hoc, hanno votato sì in 370, 134 i no, mentre 52 eurodeputati si sono astenuti.

    Soddisfazione da parte del vicepresidente della Commissione Frans Timmermans, che ha espresso gratitudine per l'appoggio mostrato:

    "Noi come Commissione e voi — ha dichiarato il politico olandese — lanciamo un messaggio chiaro agli Stati membri che è arrivato il momento di agire". 

    Correlati:

    Migranti, primi arresti in Ungheria
    Esodo profughi, Ungheria schiera l'esercito al confine con la Serbia
    Frontex, mezzo milione di migranti in Europa in otto mesi
    Migranti, la rotta verso il confine croato
    Migranti, il pressing tedesco su Italia e Grecia
    Tags:
    Crisi dei migranti, Trattato di Schengen, Ungheria, Slovenia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik